Adolfo Wildt ⋯ Animantium Rex Homo

Approfitterò dell’occasione per dire una parolina trollesca sulla creazione di Adamo: come Lei sa, Geova suscita la vita in Adamo insufflandogli nelle narici il soffio vitale; e mi ha sempre colpito il fatto che fosse stata scelta questa via singolare, il naso. “Allora” mi dicevo “dev’essere qualcosa che ha un odore a dar la vita ad Adamo”. E di che odore si trattasse mi divenne chiaro quando lessi in Freud la storia del piccolo Hans: ciò divenne chiaro per me, ma Lei non è obbligata ad accettare la mia interpretazione. Il piccolo Hans è convinto, alla sua maniera infantile, che la pupù, quel salame che va giù nel gabinetto, sia pressapoco l’equivalente d’un bambino. Il suo devoto Troll ha idea che anche quell’antica divinità abbia creato l’uomo dalla propria pupù, e che la parola ‘fango’ sia stata solo sostituita per ragioni di decenza alla parola ‘feci’. In tal caso, il soffio vitale, assieme alla sua vivificante fragranza, sarebbe stato emesso dallo stesso orifizio da cui provenivano anche le feci. E certo il genere umano è ben degno di un peto!

Crediti
 • Georg Groddeck •
 • Il libro dell'Es •
 • Pinterest • Adolfo Wildt Animantium Rex Homo • 1925 •

Similari
 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
100% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯
 ⋯ Basi neurologiche della coscienza
69% ArticoliAutori VariNeuroscienze
Spesso non siamo consapevoli di quelle che sono le ragioni e le cause del nostro comportamento; più indaghiamo nei meandri della mente, più ci si accorge di quanto sia importante e potente il nostro inconscio. L’inconscio, come parte più intima di noi ste⋯
Tra neuroscienze, psicologia e letteratura, la nascita di unIl cervello raccontato
61% ArticoliNeuroscienzePaolo Pecere
Il rapporto tra l’attività cerebrale e l’identità di una persona è un tema attualissimo, che fin dalle sue prime formulazioni moderne ha messo in questione il ruolo della narrazione: come può collegarsi l’operare dei miliardi di neuroni che compongono il ⋯
 ⋯ Psicoletteratura
52% ArticoliMaria Cecilia BertolaniPsicologia
Curioso come si ricordino meglio le parole dette che i sentimenti che non arrivarono a scuotere l’aria. • Italo Svevo • • La coscienza di Zeno • Il saggio dei due Ogden, un autore psicoanalista e l’altro critico letterario, ripropone e indaga con attenzio⋯
Egon Schiele ⋯ Odore di morte
40% Franco BasagliaPsicologiaSchiele Art
Quando entrai per la prima volta in una prigione, ero studente in medicina. Lottavo contro il fascismo e fui incarcerato. Mi ricordo della situazione allucinante che mi trovai a vivere. Era l’ora in cui venivano portati fuori i buglioli dalle varie celle.⋯
 ⋯ La geografia della mente
36% ArticoliAutori VariNeuroscienze
L’interesse dell’uomo per lo studio del cervello ha radici molto antiche. Un papiro egiziano che risale al diciassettesimo secolo, a.c. contiene, in geroglifici, la parola “cervello” in numerose ricorrenze; si sa, infatti, che gli antichi egizi operavano ⋯