Il soggetto della storia

L’errore più comune è pensare che la tecnologia sia solo uno strumento a nostra disposizione. La tecnologia invece è diventata il soggetto della storia. La tecnica non è mai neutrale, perché crea un mondo con determinate caratteristiche, che non possiamo evitare di assimilare e che ci trasformano.
La tecnica ha una razionalità elementare, ma prepotentissima, cioè quello di raggiungere il massimo degli scopi con l’impiego minimo dei mezzi e le uniche caratteristiche che vengono chieste all’uomo sono l’efficienza e la produttività. Il rischio è di mettere fuori gioco tutto quello che ci rende veramente umani. Perché l’uomo non è solo razionalità, ma anche irrazionalità, fantasia, immaginazione, desiderio, sogno, ma ciò che fuoriesce dalla logica della tecnica, diventa elemento di disturbo.

Crediti
 • Umberto Galimberti •
 • Psiche e techne •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
301% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯

 ⋯ Basi neurologiche della coscienza
180% ArticoliAutori VariNeuroscienze
Spesso non siamo consapevoli di quelle che sono le ragioni e le cause del nostro comportamento; più indaghiamo nei meandri della mente, più ci si accorge di quanto sia importante e potente il nostro inconscio. L’inconscio, come parte più intima di noi ste⋯

 ⋯ La Tecnica-Mostro
153% Nicola AbbagnanoPsicologia
Mentre si esalta per i prodigi della tecnica, l’uomo moderno maledice la tecnica. Mentre si aspetta da essa i viaggi cosmici, la guarigione di malattie mortali, la liberazione dal lavoro e dalla povertà e il soddisfacimento dei più stravaganti bisogni, la⋯

Egon Schiele ⋯ Bisogna correre i rischi
101% Leo BuscagliaPoesieSchiele Art
A ridere c’è il rischio di apparire sciocchi; a piangere c’è il rischio di essere chiamati sentimentali; a stabilire un contatto con un altro c’è il rischio di farsi coinvolgere; a mostrare i propri sentimenti c’è il rischio di mostrare il vostro vero io;⋯

 ⋯ La psicologia e lo sviluppo infantile
99% ArticoliMassimo RecalcatiPsicologia
Nella prima metà del Novecento, periodo delle grandi scuole psicologiche, Piaget contribuì alla storia delle idee, in campo psicologico, definendo anche la natura e le caratteristiche della persona umana. L’interesse per lo sviluppo, non solo intellettuale⋯

 ⋯ La Mente non mente proietta
96% ArticoliAutori VariPsicologia
Cosa nascondono le critiche che facciamo agli altri? Cosa vuole raccontarci di noi la nostra parte pronta ad additare l’altro? La proiezione è quel meccanismo di difesa attraverso cui il soggetto espelle da sé e localizza nell’altro (persona o cosa), sent⋯