Egon Schiele ⋯

Se potessi essere di carne, credo che solo una cosa cercherei immediatamente: l’amore. Non so se saprei riconoscerlo, però. Ricordo i baci della mamma e perfino il calore liquido dentro la sua pancia, prima ancora che fra le sue braccia. Lo ricordo, perché è l’unico fuoco della mia breve vita. E poi le tue carezze, caro Nanaqui. Le carezze di un bimbo che cercava una sorella con cui giocare a nascondere le paure. Da proteggere e da cui farsi proteggere. Com’è stato amare, Antonin? Era come giocare a rincorrersi o giocare a mosca cieca? Si sentivano i crampi allo stomaco, come quando si ha tanta fame? E quando poi l’amore si perde, piangevi come quando la mamma scompariva? Eccomi qui, condannata a un’eterna mancanza. È il suo esser piena di cosi tante cose che la rende irresistibile. Tu puoi capirmi. Lo sento benissimo anch’io, come lo sentivi tu, Nanaqui, che l’amore è uno stupore incantevole. Il più incantevole che esista al mondo. E allora parliamo dell’unica volta che quel prodigio, immenso come l’universo, bussò alla grande porta della tua anima, travolgendoti di meraviglia e speranza. Apparve come una dea di guarigione dei tuoi tormenti e delle tue sofferenze: Gènica Athanasiou. Un amore di attrice. Il più grande spettacolo del tuo cuore…

Crediti
 • Antonin Artaud •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ La fatalità dello spettacolo
49% Antonin ArtaudTeatro
Ecco l’angoscia umana in cui lo spettatore dovrà trovarsi uscendo dal nostro teatro. Egli sarà scosso e sconvolto dal dinamismo interno dello spettacolo che si svolgerà sotto i suoi occhi. E tale dinamismo sarà in diretta relazione con le angosce e le pre⋯
Egon Schiele ⋯ Loro se ne sono andati
43% Philip RothSchiele Art
Puoi fare promesse, raccontare le ultime novità, chiedere la loro comprensione, il loro perdono, il loro amore; o puoi scegliere l’altro approccio, quello attivo, puoi strappare le erbacce, distribuire meglio la ghiaia, toccare con le dita le lettere inci⋯
Egon Schiele ⋯ Le tue decisioni tragiche
42% Julio CortázarSchiele Art
E sì, pare che sia così, pare che te ne sia andata dicendo non so cosa, che andavi a gettarti nella Senna, qualcosa di simile, una di quelle frasi da notte fonda, mescolate a lenzuola e a bocca impastata, quasi sempre nel buio o con qualcosa come mano o p⋯
Egon Schiele ⋯ Valorizza quello che puoi dare
40% AnonimoSchiele Art
Umano, vedo che stai piangendo perché è arrivato il mio momento. Non piangere, per favore, ti voglio spiegare alcune cose. Tu sei triste perché me ne sono andato, ma io invece sono felice perché ti ho conosciuto. Quanti come me ogni giorno muoiono senza a⋯
Egon Schiele ⋯ Spesso dico cose incomprensibili
40% Fëdor DostoevskijSchiele Art
Forse voi non comprenderete quello che vi sto dicendo, perché spesso dico cose incomprensibili, ma voi ricordate lo stesso e un giorno, in futuro, sarete d’accordo con le mie parole. Sappiate che non c’è nulla di più sublime, di più forte, di più salutare⋯
Egon Schiele ⋯ La francese
31% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Una donna intelligente. Una donna bella. Conosceva tutte le varianti, tutte le possibilità. Lettrice degli aforismi di Duchamp e dei racconti di Defoe. In genere con un autocontrollo invidiabile, Tranne quando era depressa e si ubriacava, Cosa che poteva ⋯