Egon Schiele ⋯
Si faceva notte e le isole si profilavano in lontananza, sempre sospese, non posate sull’acqua. Spuntarono le stelle, splendidamente luminose, e il vento era dolce e fresco. Cominciai subito a sentire cos’era la Grecia, cosa era stata, cosa sarà sempre … […] Il tempo non c’era più, c’ero solo io placidamente portato da una nave, pronto a incontrare chi e cosa capitava. Dal mare, come se Omero in persona si fosse dato da fare per me, sbucavano le isole, solitarie, deserte, misteriose nella luce morente. Di più non potevo chiedere, e non volevo niente di più. Avevo tutto ciò che un uomo può desiderare, e lo sapevo. Sapevo anche che forse non mi sarebbe più accaduto di averlo. Sentivo incombere la guerra; si avvinava di giorno in giorno. Ancora per poco ci sarebbe stata pace e gli uomini avrebbero potuto comportarsi da esseri umani.

Crediti
 • Henry Miller •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
54% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
Egon Schiele ⋯ Two women in embraceAntico insegnamento esoterico
48% Schiele ArtWilliam Patrick Patterson
Quel desiderio di raggiungere il vecchio continente che da tempo covava sotto la cenere nel cuore di Margaret tornò ad accendersi. Poi fu la volta del secondo sconosciuto: A. R. Orage, che raccontò di un antico insegnamento esoterico mirante allo sviluppo⋯
Egon Schiele ⋯ Reclining WomanLe precauzioni inutili
40% Dino BuzzatiSchiele Art
Ora che lui è partito, e non si farà vivo più, scomparso, cancellato via dal quadrante della vita esattamente come se fosse morto, a lei, Irene, non resta che armarsi di tutto il coraggio che una donna può chiedere a Dio e sradicare tutti i rami per cui q⋯
Egon Schiele ⋯ Dead City III (City on the Blue River)Parla Ipolit, un malato terminale di tisi
37% Fëdor DostoevskijSchiele Art
Evidentemente la mia convinzione che per due settimane non valga la pena di soffrire o abbandonarsi ad alcuna sensazione, ha avuto la meglio sulla mia natura e forse dirige tutti i miei sentimenti. Ma è proprio vero? È forse vero che la mia natura è stata⋯
Egon Schiele ⋯ L’ultimo Selvaggio
34% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Uscii dall’ultimo spettacolo nelle strade vuote. Lo scheletro mi passò accanto, tremando, appeso all’asta di un camion della spazzatura. Grandi berretti gialli celavano il volto dei netturbini, ma anche così credetti di riconoscerlo: un vecchio amico. Ecc⋯
Egon Schiele ⋯ Self-PortraitIl mio discorso su Amore
33% FilosofiaPlatoneSchiele Art
Ciascuno di noi è dunque come un contrassegno d’uomo, tagliato com’è, a somiglianza delle sogliole, da uno in due; e cerca quindi sempre il contrassegno a lui corrispondente. Ora, tutti quegli uomini che sono frazione del sesso comune, quello che allora s⋯