⋯ Egon Schiele ⋯
Il corpo universo è materia: la materia animata (senza fioriture animistiche), animante; e folgorata dall’intelligenza gigantesca, fragile, emozionata ma non terrorizzata, prepotente e ostinata, dell’uomo che esercita il suo dominio sulla peripezia quotidiana, tra la vita e la morte, tra la morte e la vita, per imporre la sua certezza: egli può uccidere, può creare, inteso com’è a gettare le reti inconcepibili che captano i rapporti sottili, legami solo concepibili e relazioni disperate tra il nascere e il morire; e forse i delicati riflessi del visibile sull’invisibile.

Crediti
 • Emilio Villa •
 • L'arte dell'uomo primordiale •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Il Codice di Hammurabi
275% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
239% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
Filosofia della danza
210% ArticoliGianfranco Bertagni
Un ricco e stimolante scritto teorico sugli orizzonti concettuali di un’arte eminentemente anti-dualistica. Da Nietzsche e Valéry a Mallarmé e Merleau-Ponty sono diversi e importanti i pensatori della modernità che hanno riflettuto sulla pratica coreutica⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
192% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Il caso Nietzsche
175% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯