Illuminazione di inanità
Sapere, capire nel senso più pieno, significa immergersi in un’illuminazione di inanità, un paesaggio invernale della memoria la cui sostanza è tutta ombre e una profonda consapevolezza degli spazi infiniti che ci circondano su tutti i lati. All’interno di questo spazio rimaniamo sospesi solo con l’aiuto di corde che vibrano con le nostre speranze e i nostri orrori, e che ci tengono penzoloni sull’abisso grigio. Come si può difendere tale farsa, condannare ogni tentativo di liberarci da queste corde? La ragione, si deve supporre, è che nulla è più allettante, nulla di più vitale idiozia, del nostro desiderio di avere un nome – anche se è il nome di uno stupido piccolo burattino – e di aggrapparsi a questo nome per tutto il lungo calvario delle nostre vite come se potessimo rimanervi aggrappati per sempre. Se solo potessimo impedire a quelle preziose corde di sfilacciarsi e aggrovigliarsi, se solo potessimo evitare di cadere nel cielo vuoto, continueremmo a spacciare noi stessi sotto i nostri falsi nomi e perpetuare la nostra danza di burattini per tutta l’eternità.

Crediti
 Thomas Ligotti
 In a foreign town - in a foreign land
 Pinterest •   • 




Quotes per Thomas Ligotti

Preso nel tuo stesso sognare
dove non esiste spazio
E intrappolato in eterno dove non esiste tempo
Non c'è niente che puoi fare che non ti sia stato detto di fare
Non c'è speranza di fuga da questo sogno
che non è mai stato il tuo
Le stesse parole che pronunci sono le sue stesse parole
E parli come un traditore
Sotto la sua tortura incessante.  I have a special plan for this world