In Lei, essi diventavano se stessi
Una specie di processione avanzava verso di noi, e la luce proveniva dalle persone che la componevano.

Venivano prima gli Spiriti luminosi, che danzavano e spargevano fiori – fiori di luce che toccavano terra dolcemente, senza alcun rumore, anche se, secondo le modalità del mondo degli spiriti, ogni petalo avrebbe dovuto pesare cento volte di più e la sua caduta avrebbe dovuto somigliare al rovinio di massi. Poi, a sinistra e a destra, da ogni parte del viale della foresta, avanzarono forme di giovani, i ragazzi da una parte, e le ragazze dall’altra. Se ben ricordo, cantavano e scrivevano le note dei canti; nessuno fra coloro che avrebbero letto questi spartiti si sarebbe ammalato, o sarebbe invecchiato. Fra di loro camminavano tanti musicisti. Dietro a loro, veniva una signora e in suo onore tutto ciò era fatto…

Ogni bestia, o uccello che le si avvicinava trovava posto nel suo amore. In Lei, essi diventavano se stessi. Ed ora l’abbondanza di vita che Lei ha nel Cristo, dal Padre, scorre, attraverso di Lei, in loro. Guardai stupito il mio maestro: Si, egli disse, è come quando tu getti una pietra in una pozza d’acqua e le onde concentriche si trasmettono in misura sempre maggiore. Chissà quando finirà? L’umanità redenta continua ad essere giovane. Ha appena, appena raggiunto il suo pieno vigore. Ma c’è tanta gioia nel dito mignolo di un grande Santo, come quella signora, da bastare a risvegliare tutte le cose morte dell’universo e riportarle alla vita.

Crediti
 • Clive Staples Lewis •
 • Il Grande Divorzio •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
75% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
Egon Schiele ⋯ Liegende mit langem HaarUna signora semplicemente amabile
59% Nikolaj Vasil’evič Gogol’Schiele Art
Oggigiorno da noi tutti i gradi e i ceti sono così irritabili, che qualunque cosa appaia in un libro stampato sembra loro un affronto personale: dev’essere una tendenza che è nell’aria. Basta soltanto dire che in una città c’è un uomo stupido, e già è un ⋯
Egon Schiele ⋯ Ma che cosa fai! Ma che cosa dici!
50% FilosofiaMujū IchienSchiele Art
Oggigiorno si raccontano molte sciocchezze a proposito dei maestri e dei discepoli, e dell’insegnamento che il maestro lascia in eredità agli allievi prediletti, autorizzati così a trasmettere la verità ai propri seguaci. Naturalmente lo Zen dovrebbe esse⋯
Egon Schiele ⋯ L’ultima poesia di Hoshin
49% Mujū IchienRaccontiSchiele Art
Il maestro di Zen Hoshin visse in Cina per molti anni. Poi tornò nella parte nord-orientale del Giappone, dove si mise a insegnare ai suoi discepoli. Quando era ormai molto vecchio, raccontò agli allievi una storia che aveva sentita in Cina. Ecco la stori⋯
Egon Schiele ⋯ Shoun e sua madre
49% Mujū IchienRaccontiSchiele Art
Shoun diventò un insegnante di Zen Soto. Faceva ancora i suoi studi quando gli era morto il padre, lasciando la vecchia madre affidata alle sue cure. Tutte le volte che andava in una sala di meditazione Shoun portava con sé la madre. Da quando essa lo acc⋯
Egon Schiele ⋯ Della virtù che rimpiccolisce
47% ArticoliFriedrich NietzscheSchiele Art
Zarathustra fu di nuovo sulla terra ferma, non corse subito alla sua montagna e alla sua grotta, ma fece molte strade e domande e si informò di questo e di quello, così che diceva a se stesso scherzando: ‹‹Ecco un fiume, che per mille curve rifluisce alla⋯