Io sono vuoto
Io sono vuoto. Ho soltanto gesti, riflessi, abitudini. Io voglio riempirmi. Ecco perché psicanalizzo la gente. Ma la mia botte è come la botte delle Danaidi. Non riesco ad assimilare. Io prendo dalla gente pensieri, complessi, esitazioni, e non mi resta niente. Non assimilo; oppure assimilo troppo bene… ma fa lo stesso. Sì, certo, dentro di me conservo parole, contenitori, etichette; conosco i termini che servono a classificare le passioni, le emozioni, ma io non le sento.

Crediti
 • Boris Vian •
 • Pinterest •   •  •

Similari
  ⋯ Roma Town Site
44% PercorsiUldio Calatonaca
Roma, lo dico subito, nell’ultima trentina d’anni è cambiata poco o nulla; o meglio lo ha fatto un po’ in male e un po’ anche in bene. Io, romano che trenta anni fa era ventenne, non capisco cosa è davvero peggiorato: mondezza trasporti sanità delinquenza⋯
Turtle House ⋯la casa di Tiziano Terzani a Bangkok Tempi eroici del giornalismo
29% PercorsiTiziano Terzani
Sai, erano i tempi eroici del giornalismo… prima che il giornalismo, maledettamente distrutto dalla televisione nel suo tentativo di imitarla, è stato costretto a diventare spettacolo. In quegli anni si scriveva davvero. Purtroppo la televisione, riducend⋯
 ⋯ Sono variamente altro
28% Fernando PessoaPercorsi
Non so chi sono, che anima ho. Quando parlo con sincerità non so con quale sincerità parlo. Sono variamente altro da un io che non so se esiste (o se è quegli altri). Sento fedi che non ho. Mi prendono ansie che ripudio. La mia perpetua attenzione su di m⋯
Federico Abuyé ⋯ Il filantropo
23% Jorge Luis BorgesPercorsi
«Ci sono ancora musei e biblioteche?». «No. Vogliamo dimenticare il passato, salvo che per comporre elegie. Non ci sono commemorazioni né centenari né immagini di uomini morti. Ciascuno deve creare da solo le scienze e le arti di cui ha bisogno». «In tal ⋯
 ⋯ Le assenze dell’esistenza
18% AnonimoPercorsi
Sento una critica sottile, di sottofondo, nelle opinioni e nel ciarlare di chi gira intorno alla mia vita e non si rende conto di quanto siano presenti e potenti le assenze, nella mia esistenza. Giuro che non sto tentando di costruire fantasmi soltanto pe⋯
 ⋯ Tutto scorre
18% Luciano De CrescenzoPercorsi
Guardo una foto di quando avevo sedici anni e ne guardo una d’oggi. Dio, come sono cambiato! Poi mi chiedo: ma quando è successo? Di notte? Mentre dormivo? E come mai il mattino dopo non me ne sono accorto? La verità è che cambiamo al rallentatore, attimo⋯