⋯
È naturale che non sia una novità per chi si occupa di filosofia della politica la divisione in classi – quella dei guerrieri e quella dei contadini – del corpo della cittadinanza. Questo ordinamento vige tuttora in Egitto, dove fu stabilito da Sesostri, e a Creta, dove fu stabilito da Minosse. Sembra che antichi siano anche gli ordinamenti riguardanti le mense comuni che a Creta sorsero sotto il regno di Minosse, mentre in Italia nacquero molto prima. I sapienti di questo paese sostengono che un certo Italo divenne re di Enotria e che dal lui gli abitanti del paese cambiarono il nome da quello di Enotrii in quello di Itali, sicché quella penisola dell’Europa che è compresa tra il golfo Scilletino e quello Lamentino, tra i quali c’è mezza giornata di cammino, ha preso il nome di Italia. La tradizione poi afferma che questo Italo trasformò gli Enotrii, che erano nomadi, in contadini, diede ad essi delle leggi, istituì le mense comuni, che perciò ancor oggi alcuni dei suoi discendenti praticano, così come osservano alcune delle leggi promulgate da lui. Abitavano la regione vicina all’Enotria gli Opici che un tempo ed ora sono chiamati con nome eponomico Ausonii, mentre vicino alla Iapigia ed allo Ionio, occupando la regione detta Siritide, abitavano i Coni, un altro ramo della stirpe degli Enotrii. L’istituzione delle mense comuni nacque originariamente qui, mentre la divisione del corpo cittadino in classi proviene dall’Egitto, dal momento che il regno di Sesostri è assai più antico di quello di Minosse. Si può fondatamente ritenere che tutte le istituzioni politiche siano state scoperte più volte nel lungo corso del tempo, anzi infinite volte. Ed è naturale che la pratica stessa abbia insegnato ciò che è strettamente necessario e che su questa base si siano poi formate per ulteriore progresso le condizioni che dovevano portare al perfezionamento e all’abbondanza; e non c’è nessuna ragione per non ammettere che anche le istituzioni politiche abbiano seguito questo corso.

Crediti
 • Aristotele •
 • Politica •
 • egon pin •  •  •  •
Similari
Delcy RodríguezConsiglio Permanente dell’OSA
339% ArticoliDelcy RodríguezPolitica
Sua Eccellenza Delcy Rodríguez Gómez, Segretario Generale dell’OSA, Luis Almagro, vice segretario generale non presente, Illustri Rappresentanti permanenti e supplenti, rappresentanti degli Stati osservatori, invitati speciali, signore e signori. Ministro⋯
 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
232% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
  ⋯ Io so
190% ArticoliPier Paolo PasoliniPolitica
Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato “golpe” (e che in realtà è una serie di “golpe” istituitasi a sistema di protezione del potere). Io so i nomi dei responsabili della strage di Milano del 12 dicembre 1969. Io so i nomi dei respons⋯
 ⋯ La CIA e la controrivoluzione in Venezuela
70% Atilio A. BorónPolitica
La società capitalista ha come uno dei suoi tratti principali l’opacità. Se nei vecchi modi di produzione precapitalistici l’oppressione e lo sfruttamento dei popoli saltava all’occhio e persino acquisiva un’espressione formale e istituzionale in gerarchi⋯
 ⋯ Vogliate essere liberi, e lo sarete!
63% Michail BakuninPolitica
Cari compagni, vi ho detto la volta scorsa che due grandi avvenimenti storici avevano fondato la potenza della borghesia: la rivoluzione religiosa del sedicesimo secolo, conosciuta col nome di Riforma, e la grande Rivoluzione politica del secolo scorso. Ho⋯
Diego Rivera ⋯ Frozen AssetsTeoria politica
60% Andrea ScarabelliArticoliPolitica
Uno dei tratti del nostro disgraziato tempo consiste nella facilità con cui si dispensano etichette, a intellettuali così come a correnti e fenomeni politici. Di destra o di sinistra, populisti o elitisti, progressisti o conservatori… Nella realtà dei fat⋯