⋯ Copertina ⋯
Proudhon, Bakunin, Kropotkin e Réclus, non so­no che dei semianarchici, i rappresentanti di un com­promesso fra l’individualismo e il collettivismo, fra il socialismo e l’anarchia. La loro non è che l’an-archia di Paolo Gille Paolo Gille, Abbozzo di una filosofia della dignità umana., l’anarchia con la disciplina, la libertà limitata dell’individuo che non è più sotto­posto allo Stato ma deve subordinarsi alla società per il soddisfacimento dei suoi bisogni completi, e deve sempre trovarsi d’accordo con tutti. In sostanza essi negano lo Stato ma divinizzano la so­cietà, come ha notato Palante Georges Palante, La sensibilità individualista.; e propongono, con­tro chi violerà la futura armonia, le più severe san­zioni che vanno dal disprezzo pubblico e dall’allonta­namento generale, consigliato da Kropotkine ne «La conquista del pane» fino all’incarcerazione nella ca­sa di salute preconizzata da Malatesta nel suo opu­scolo «L’anarchia ».
Stirner, invece, è più logico, come anarchico. Egli crede che l’individuo sia la sola realtà al di so­pra della quale non ve n’è nessun’altra. Perciò vuole che l’individuo si realizzi completamente e soddisfi il suo egoismo, liberandosi delle idee che si è formato sulla santità e sulla inviolabilità di ciò che lo limita. Dio, la morale, l’umanità, la società, la nazione, lo Stato non sono che dei fantasmi che opprimono l’io perché questo li ha creati, li rispetta e li serve. Ma quando li abbatterà, quando li farà rientrare nel nul­la, allora, reso scevro da ogni ceppo spirituale e ma­teriale, potrà vivere come meglio gli piacerà, coope­rando liberamente con i suoi simili o lottando contr’essi, a seconda dei bisogni, dei sentimenti, degli interessi che in lui prevarranno nei momenti diversi. Sarà la bellum omnium contra omnes, temperata da alleanze individuali; ma sarà anche la libertà naturale in cui il singolo potrà tentare di affermarsi con ogni mezzo.


Crediti
 • Enzo Martucci •
 • La setta rossa •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
214% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
 ⋯ Vogliate essere liberi, e lo sarete!
208% Michail BakuninPolitica
Cari compagni, vi ho detto la volta scorsa che due grandi avvenimenti storici avevano fondato la potenza della borghesia: la rivoluzione religiosa del sedicesimo secolo, conosciuta col nome di Riforma, e la grande Rivoluzione politica del secolo scorso. Ho⋯
 ⋯ Pane e lavoro
118% Autori VariPolitica
Vogliamo pane e lavoro! Vogliamo pane e lavoro? Vedete un po’. Quel grido da un pezzo non lo udivo più e da altrettanto tempo non avevo più avuto l’occasione di leggerlo sui giornali. Da parecchio tempo aveva cessato di essere il grido, come dire?… di b⋯
Hans Silvester ⋯ People of the Omo ValleyTestamento Politico di Sartre
114% ArticoliJean-Paul SartrePolitica
Abolizione del governo in tutte le sue forme, monarchica o repubblicana, che si basa sull’ egemonia di uno solo nell’egemonia della maggioranza. Istituzione dell’anarchia, della sovranità individuale, della libertà totale, illimitata, assoluta libertà di ⋯
Delcy RodríguezConsiglio Permanente dell’OSA
107% ArticoliDelcy RodríguezPolitica
Sua Eccellenza Delcy Rodríguez Gómez, Segretario Generale dell’OSA, Luis Almagro, vice segretario generale non presente, Illustri Rappresentanti permanenti e supplenti, rappresentanti degli Stati osservatori, invitati speciali, signore e signori. Ministro⋯
Diego Rivera ⋯ Frozen AssetsTeoria politica
102% Andrea ScarabelliArticoliPolitica
Uno dei tratti del nostro disgraziato tempo consiste nella facilità con cui si dispensano etichette, a intellettuali così come a correnti e fenomeni politici. Di destra o di sinistra, populisti o elitisti, progressisti o conservatori… Nella realtà dei fat⋯