La felicità nel cammino verso la veritàChiunque voglia sinceramente la verità è sempre spaventosamente forte.
La verità è una luce che illumina il cammino di chi la cerca con sincerità. Ma la verità non è facile da trovare, né da accettare. Spesso la verità è nascosta, distorta, manipolata da chi vuole esercitare il proprio potere sugli altri. Spesso la verità è scomoda, dolorosa, in contrasto con le nostre abitudini, i nostri pregiudizi, i nostri interessi. Spesso la verità ci mette di fronte a scelte difficili, a responsabilità ineludibili, a conseguenze imprevedibili.

Per questo chi vuole sinceramente la verità deve essere spaventosamente forte. Deve avere il coraggio di cercare la verità ovunque si trovi, anche se ciò significa mettere in discussione sé stesso, i suoi valori, le sue certezze. Deve avere la determinazione di seguire la verità ovunque conduca, anche se ciò significa affrontare ostacoli, opposizioni, persecuzioni. Deve avere la fiducia di vivere la verità in ogni circostanza, anche se ciò significa rinunciare a vantaggi, privilegi, comodità.

Chi vuole sinceramente la verità è spaventosamente forte, ma è anche profondamente libero. Libero da ogni menzogna, da ogni illusione, da ogni condizionamento. Libero di pensare, di esprimersi, di agire secondo la propria coscienza. Libero di amare, di servire, di donare senza calcolo. Libero di essere sé stesso, di realizzare il proprio destino, di contribuire al bene comune.

Chi vuole sinceramente la verità è spaventosamente forte, ma è anche meravigliosamente felice. Felice di conoscere la realtà, di apprezzarne la bellezza, di scoprirne il senso. Felice di crescere, di imparare, di migliorare continuamente. Felice di condividere, di dialogare, di collaborare con gli altri. Felice di sperare, di credere, di trascendere i limiti umani.

Chi vuole sinceramente la verità è spaventosamente forte, ma è anche infinitamente amato. Amato da Dio, che è la verità stessa, che lo ha creato a sua immagine e somiglianza, che lo ha chiamato alla comunione con lui. Amato da sé stesso, che si rispetta, si accetta, si valorizza. Amato dagli altri, che lo riconoscono, lo stimano, lo apprezzano.

Chi vuole sinceramente la verità è spaventosamente forte, ma è anche semplicemente umano. Umano nel suo cercare, nel suo sbagliare, nel suo riprovare. Umano nel suo soffrire, nel suo gioire, nel suo vivere. Umano nel suo amare, nel suo essere amato, nel suo amare ancora.

Crediti
 Fëdor Dostoevskij
 Pinterest •   • 




Quotes per Fëdor Dostoevskij

Il cielo era stellato, sfavillante, tanto che, dopo averlo contemplato, ci si chiedeva involontariamente se sotto un cielo simile potessero vivere uomini irascibili ed irosi.

Mi chiedo: Che cos'è l'inferno?
Ed è così che lo definisco:
La sofferenza di non poter più amare.

Chiunque voglia sinceramente la verità è sempre spaventosamente forte.  Diario di uno scrittore

Un vero giocatore sa bene cosa vogliono dire certi scherzi del caso.

Trascino la mia vita nel mio angolo, tenendomi la maligna e magrissima consolazione che un uomo intelligente non può in verità diventar nulla e che solo gli sciocchi diventano qualcosa.