La filosofia in India è parte della vita

In India tutti sembrano saperlo. La filosofia qui non è una forma di ginnastica, non è il monopolio dei colti, non è riservata alle accademie, alle scuole, ai «filosofi».
La filosofia in India è parte della vita, è il filo di Arianna con cui uscire dal labirinto dell’ignoranza.
La filosofia è la religione grazie alla quale gli indiani contano di raggiungere la salvezza che nel loro caso è conoscenza.
Non la conoscenza «utile», quella per manipolare, possedere, cambiare, dominare il mondo (la scienza non è mai stata il loro punto forte); bensì, come dicono i testi sacri, «quella conoscenza che una volta conosciuta non lascia più niente da conoscere»: la conoscenza di sé.

Crediti
 Tiziano Terzani
 Un altro giro di giostra
 SchieleArt •   • 




Quotes per Tiziano Terzani

Nel mio caso la fortuna fu d'incontrare il destinatario giusto: Rudolf Augstein, fondatore e direttore di Der Spiegel, che nel 1971, divertito forse dalla comparsa di questo strano Gastarbeiter in cerca di lavoro, mi offrì di fare lo stringer e, qualche mese dopo, il corrispondente.
Da allora sono stato un giornalista tedesco. A essere italiano ci avevo provato ma in quegli anni nessun quotidiano o settimanale italiano aveva un giornalista in Oriente o era interessato ad averlo.  Asia

Tu avrai avuto l'impressione che certe volte ti volevo spingere verso il giornalismo, ma non era affatto così. Uno non nasce per fare il giornalista come non nasce per fare l'ingegnere o il tramviere. Queste sono tutte cose che uno fa per poter vivere più o meno piacevolmente. Io, sempre piacevolmente. Se allora mi devo chiedere che cosa per te io ho sognato, te lo dico semplicemente: volevo che tu fossi un uomo libero.  La fine è il mio inizio

Amare, non volere. Bagnare, non asciugare. Ecco il segreto delle cose. L'intelletto solidifica, la ragione diluisce.

Così è diventato il nostro mondo: la pubblicità ha preso il posto della letteratura, gli slogan ci colpiscono ormai più della poesia e dei suoi versi. L’unico modo di resistere è ostinarsi a pensare con la propria testa e soprattutto a sentire col proprio cuore.

Siamo noi che non vogliamo sentire che c'è altro al di là della materia. Tutto il mondo di oggi si fonda sulla materia. L'acquisizione, l'avere più che l'essere, la concorrenza. Pensa: un ragazzino oggi va a scuola e invece di scoprire le gioie della terra e del mondo, le regole e le meraviglie, la prima cosa che gli insegniamo e li imponiamo è essere concorrente del suo vicino.