La fluidità della percezione: una nuova visione del mondo
Il sostegno costituito per voi dai vostri sensi, il sostegno costituito per i vostri sensi dal mondo, il sostegno costituito per voi dalla vostra impressione generale di essere. Vengono meno. Si opera un’ampia ridistribuzione della sensibilità, che rende tutto bizzarro: una complessa, continua ridistribuzione della sensibilità. Sentite di meno qui, e di più là. Dove qui? Dove ? In decine di qui, in decine di che prima ignoravate, che non sapreste riconoscere. Zone oscure ch’erano chiare. Zone leggere che erano pesanti. Non fate più capo a voi stessi; e la realtà, gli oggetti anche, perdendo consistenza e durezza, cessano d’opporre una seria resistenza all’onnipresente mobilità trasformatrice.

Crediti
 Henri Michaux
 SchieleArt •   • 




Quotes per Henri Michaux

[...] su quell'orizzonte di evanescenze, germinazioni, specchi, frutti, approssimazioni, mi raccolgo e comincio a fissare con un certo piacere anche le mie ombre, quelle che mi pare di distinguere con maggiore nettezza in quell'istante. [...] Mi importa poco, allora, il come e il perché, ma sento l'urgenza di guidare anch'io un equipaggio attraverso l'infinito accavallarsi dei possibili.

Musica, operazione del divenire. […] Arte che canta il divino senza bisogno di credere in Dio né di far parte di una religione o di attenersi a dei dogmi, senza nemmeno bisogno di sapere se le sue composizioni siano davvero inni sacri o semplicemente un modo di volersi insediare nel «divinamente».

L'aggressività, questa meschina parvenza d'audacia.

Il male traccia, il bene inonda.

Se manca l’aura, almeno sparpagliamo i nostri effluvi.