⋯
La libertà individuale nasce dall’ignoranza, siccome non sappiamo perché l’uomo agisce come agisce, attribuiamo alla sua libertà la causa del comportamento. L’azione dell’uomo può essere studiata e prevista analizzando le contingenze immediate e remote che la determinano.
Questa prospettiva ovviamente minaccia la dignità dell’uomo, poiché non rimane nulla di cui esso può attribuirsi il merito.
Infatti ammiriamo o disapproviamo il comportamento che non riusciamo a spiegarci, in modo maggiore in proporzione a quanto meno sono visibili i motivi del suo comportamento.
Non solo, bariamo anche con noi stessi: Cerchiamo di procurarci meriti attribuendo alla nostra condotta ragioni meno impellenti di quelle reali; per contro, cerchiamo di salvare la faccia riconducendo il nostro comportamento a cause meno visibili e meno efficaci, per esempio comportandoci come se non fossimo sottoposti a una minaccia.
Seguendo san Girolamo, facciamo di necessità virtù, agendo come siamo comunque costretti a fare ma con l’aria di farlo liberamente.

Crediti
 • Burrhus Skinner •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
416% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
190% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
161% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
155% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
Sexistenza
152% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯