La mano di Buck

… ma Buck non si mosse neppure sotto le bastonate più dure. Egli aveva come i compagni forza sufficiente per alzarsi ma, al contrario degli altri aveva deciso di non farlo, col vago presentimento di stornare dal proprio capo il destino incombente; tale idea gli si era fissata in mente mentre si sforzava di arrivare con la slitta fino alla riva del fiume, e non l’aveva più lasciato. Forse era nata dalla cognizione della sottile crosta di ghiaccio che ricopriva la pista e che per tutto il giorno aveva sentito sotto i piedi. Sembrava presentire una catastrofe, là su quel ghiaccio dove il padrone voleva condurlo; non voleva muoversi, aveva sopportato tante sofferenze ed era giunto al punto che le bastonate gli facevano poco effetto (…) La slitta aveva ormai coperto un quarto di miglio, e il cane e l’uomo la osservavano dalla riva mentre si allontanava sul ghiaccio. Improvvisamente videro la parte posteriore del veicolo sprofondare; il timone con Hall attaccato si levò nell’aria. Giunse alle loro orecchie l’urlo di Mercedes; poi videro Charles voltarsi e fare passo verso la riva, ma una grande lastra di ghiaccio cedette e tutto, uomini e cani, disparvero. Non rimase che una vasta apertura; la crosta gelata si era rotta, inghiottendo tutto. Thornton e Buck si fissarono. Poveri diavoli! – disse l’uomo accarezzandolo sul muso. Buck gli leccò la mano.

Crediti
 Jack London
 Il richiamo della foresta
 Pinterest •   • 




Quotes per Jack London

La vita di un essere raggiunge la sua perfetta pienezza quando esso compie ciò cui la natura l'ha destinato.

Se gli uomini intelligenti possono essere crudeli, gli imbecilli lo sono ad un livello mostruoso.

Appresi allora che esiste una qualche legge di compensazione, nel senso che più ci si indebolisce, più si diventa insensibili al dolore: si viene feriti di meno perché c'è meno da ferire.

Voglio per te quanto c'è di meglio in tutto il mondo, e smetterò di desiderarlo solo quando avrò trovato qualcosa di meglio ancora.

La bellezza ha un significato ma io non lo conoscevo fino a poco tempo fa. La accettavo semplicemente così come fosse senza senso, come qualcosa di bello e basta, senza una logica. Non sapevo nulla sulla bellezza ma ora lo so. L'erba mi appare molto più bella ora che so perché è erba. Perché c'è passione persino nella vita dell'erba e anche avventura. È un semplice pensiero che mi commuove.