Egon Schiele ⋯

La mente che si apre ad una nuova idea non torna mai alla dimensione precedente.


Crediti
 • Albert Einstein •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Portrait of Arthur RoesslerL’ordine nasce dalla comprensione del disordine
65% Jeanne de SalzmannSchiele Art
Se desidero conoscere me stesso, è necessario prima di tutto che la mia mente sia capace di osservare senza distorsioni. Devo convincermi delle deviazioni che mi impediscono di osservare me stesso: questo tipo di osservazione è l’inizio della conoscenza d⋯
Egon Schiele ⋯ Sun flowersIl libro L’Uno detto Dio’
55% Schiele ArtVittorio Marchi
“Tutte le grandi verità iniziano con una idea blasfema” (George Bernard Shaw). E l’idea dell’UNO è una di queste, anzi è l’IDEA eretica per eccellenza. Un’idea che riaffiora oggi come idea portante della conoscenza, un’idea che ha ispirato la mia amica, G⋯
Egon Schiele ⋯ LQualcosa che capita sognando
47% Julio CortázarSchiele Art
Tu che mi leggi, non ti è mai capitata quella cosa che comincia in un sogno e che torna in molti sogni ma che non è quello, non è solamente un sogno? Qualcosa che è lì, ma dove, come; qualcosa che capita sognando, certo, puramente sogno ma dopo anche lì, ⋯
Egon Schiele ⋯ PreacherLa mente conscia non ha mai conosciuto la mente originaria
45% Carl Gustav JungPsicologiaSchiele Art
La funzione simboleggiatrice dei sogni è perciò un tentativo di trasferire la mente originaria dell’uomo nel contesto della coscienza «avanzata» o differenziata, dove essa non è mai entrata prima e non è stata quindi mai sottoposta a una autoriflessione c⋯
Egon Schiele ⋯ Il verme
43% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Rendiamo grazie per la nostra povertà, disse il tipo vestito di stracci. Lo vidi con quest’occhio: vagava per un paese di case piatte, fatte di cemento e mattoni, fra Messico e Stati Uniti. Rendiamo grazie per la nostra violenza, disse, anche se sterile c⋯
Egon Schiele ⋯ Girl in blue dressSiamo pronti
43% Schiele ArtTiziano Terzani
Nella hall dell’albergo dove arrivo a fare colazione è già accesa la televisione. La prima notizia, all’alba, non è più la guerra in Afghanistan, ma l’annuncio fatto a Washington del “più grande contratto di forniture belliche nella storia del mondo”. Il ⋯