La mia goffaggine naturale
Non vorrei mai offendere nessuno, ma sono così stupidamente timido che spesso sembro freddo e indifferente mentre invece sono trattenuto soltanto dalla mia goffaggine naturale.

Crediti
 • Jane Austen •
 • Ragione e Sentimento •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Un cuore che sempre sanguina
102% Fabrizio de Andre’Schiele Art
 Il cuore di un Anarchico sanguina sempre, come il mio, perché sono consapevole che Anarchia è solo pura Utopia e perché il mondo che osservo con i miei occhi non mi piace e lo vorrei diverso. Vorrei che nessuno sia padrone e che nessuno sia più servo; Vo⋯

Egon Schiele ⋯ La nostra morale
81% Fabrizio de Andre’Schiele Art
Vorrei che nessuno fosse padrone e che nessuno fosse più servo, vorrei che l’uomo riuscisse finalmente ad autogestirsi e a collaborare con gli altri, vorrei non avere più nessun uomo politico che gestisca il mio futuro e quello di migliaia di altre person⋯

Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
57% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯

Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
49% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯

Egon Schiele ⋯ Grave mancanza di Walter
44% Jonathan FranzenSchiele Art
Ed ecco una grave mancanza di Walter: non riuscire ad accettare che Joey fosse diverso da lui. Se Joey fosse stato timido e diffidente con le ragazze, se Joey si fosse trovato a suo agio nel ruolo del bambino, se Joey avesse voluto un padre che gli insegn⋯

Egon Schiele ⋯ Fra eguali diritti decide la forza
35% EconomiaKarl MarxSchiele Art
Dunque il capitalista invoca la legge dello scambio delle merci. Come ogni altro compratore, cerca di spremere dal valore d’uso della sua merce la maggiore utilità possibile. Ma all’improvviso s’alza la voce dell’operaio, che era ammutolita nell’incalzare⋯