La mia strada è quella
Sono ben note la riservatezza e la tutela che hai del tuo privato. Il fatto di essere un uomo pubblico, che la gente riconosce per strada, non ha reso più complicato mantenere la tua natura profonda? E soprattutto non rischia di rendere più insinceri i tuoi rapporti con il prossimo, obbligandoti a relazionarti agli altri come personaggio prima che come persona?
«La mia strada è quella. Io penso che l’unione di coppia, potenzialmente, sia la condizione ideale per gli esseri umani: sono lo yin e lo yang che si fondono. Ma le combinazioni perfette sono rarissime, quasi inesistenti. Nella maggior parte dei casi si traducono in autentiche condanne. Per me è stato così: forse perché, banalmente, non ho mai incontrato la persona giusta».

Crediti
 Giuseppe Pollicelli
  Intervista a Franco Battiato
 SchieleArt •   •