Young Woman

La brevità della vita, tanto spesso lamentata, potrebbe forse essere quel che la vita ha di meglio.


Crediti
 • Arthur Schopenhauer •
 • SchieleArt •  Young Woman • 1911 •

Similari
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
41% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
41% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯
Egon Schiele ⋯ Crouching Nude GirlSilenziosa luna
40% Giacomo LeopardiPoesieSchiele Art
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, Silenziosa luna? Sorgi la sera, e vai, Contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga Di riandare i sempiterni calli? Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga Di mirar queste valli? Somiglia alla tu⋯
Egon Schiele ⋯ Reclined female nude with spreaded legsUn delizioso piacere m’aveva invaso
38% Marcel ProustSchiele Art
Una sera d’inverno, appena rincasato, mia madre accorgendosi che avevo freddo, mi propose di prendere, contro la mia abitudine, un po’ di tè. Dapprima rifiutai, poi, non so perché, mutai parere. Mandò a prendere uno di quei dolci corti e paffuti, chiamati⋯
Egon Schiele ⋯ Il Cardinale e la suoraTormento ed estasi
36% AnonimoSchiele Art
Schiele ossessionato dall’amore, il sesso e la morte, torna al tema del bacio a Vienna 1900, con “Il Cardinale e la suora”, esprimendo una sessualità più violenta, spinta fino all’estrema provocazione. La sua pittura rivoluzionaria sfida l’ordine sociale,⋯
Egon Schiele ⋯Una volta cominciato, tanto vale finire
34% Fëdor DostoevskijSchiele Art
Fu proprio in quel momento che Fëdor Pavlovich giocò il suo ultimo tiro. Bisogna dire che egli aveva avuto serie intenzioni di tornarsene a casa e aveva seriamente avvertito l’impossibilità di recarsi a pranzo dall’igumeno dopo il suo vergognoso comportam⋯