Per quanto possa sembrare strano in considerazione della nostra vecchia amicizia, l’argomento dell’amore, del sesso, della carne, non era mai stato toccato nelle nostre conversazioni in qualche modo personale e intimo; mai altrimenti che per il tramite dell’arte e della letteratura, a proposito di manifestazioni personali nell’ambito dello spirito, questo fatto aveva partecipato al nostro scambio di idee, e in tal caso Adrian aveva espresso nozioni oggettive, che lasciavano completamente da parte la sua persona. Come avrebbe potuto uno spirito pari al suo non includere anche questo elemento? Che lo includesse era abbastanza dimostrato dalla sua ripetizione di certe dottrine kretzschmariane sul fatto che la sensualità non è disprezzabile nell’arte e non solo nell’arte; oltre a ciò alcune sue osservazioni su Wagner e da altri detti spontanei come quello sulla nudità della voce umana e la sua compensazione spirituale mediante forme artistiche elucubratissime… cose di questo genere non avevano nulla di pudico, ma rivelavano anzi una libera e pacata considerazione della concupiscenza. E se ad ognuna di siffatte svolte nel discorso avevo provato come un urto, una costernazione, una lieve contrazione delle mie viscere, ciò non vale a caratterizzare me, ma lui. Era, per usare un’espressione enfatica, come ascoltare un angelo che si pronunciasse sul peccato: anche in questo caso si sarebbe lontani dal pensare a una frivolezza o sfacciataggine, a una volgare allegria rispetto all’argomento, eppure anche ammettendo il suo diritto spirituale di trattare questo tema di rimarrebbe mortificati e tentati d’implorare: “Taci, le tue labbra sono troppo pure e severe per queste cose!”. Infatti l’antipatia di Adrian per goffaggini lascive era espressamente allontanante e io conoscevo molto bene la contrazione disgustata del suo viso, la sua espressione di disprezzo e di difesa quando sentiva avvicinarsi una cosa simile.

Crediti
 • Thomas Mann •
 • Doctor Faustus •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
1064% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
401% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Sapere di non essere
348% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il mercantile
300% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯
Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
281% ArticoliSocietà
Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo; Considerato che il disconoscimento ⋯