La poesia come una meridiana
La poesia non è alcun luogo concreto sulla carta geografica dell’immaginario e della mente dell’uomo. Essa è, piuttosto, come un meridiano: una linea ad un tempo verissima e inesistente che indica una direzione attraverso molti territori. Su questa linea a ciascuno è data la possibilità di tracciare il proprio cammino verso quel sapere e quel sentire che appaiono sempre più lontani da chi è assediato dalla civiltà del rumore e del fatuo, e in essa si perde.

Crediti
 • Paul Celan •
 • Pinterest • Eric Frey  •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
86% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯

 ⋯ La sofferenza dell’essere bella
81% Alessandro BariccoFrammenti
Elena è una donna sola che vuole tornare a casa. Stanca di essere guardata, di essere additata come causa primordiale di tutte le sciagure o come causa di morte di migliaia di persone, accecate dal vapore velenoso del suo splendore. Ogni volta che si affo⋯

⋯  ⋯L’intelligenza e la stupidaggine
52% Aleksandr Zinov’evFrammenti
Le qualità dell’individuo sociale, scriveva lo Schizofrenico, possono essere suddivise in positive e negative. Esempio delle prime: l’intelligenza. Esempio delle seconde: la stupidaggine. Io desidero attirare l’attenzione sul fatto che le prime non posson⋯

 ⋯ Il dolore puro è una sofferenza pura
41% FrammentiMichel Henry
Il dolore puro non si riferisce propriamente ad altro che a sé, è consegnato a sé, immerso in sé, sommerso da sé, schiacciato dal proprio peso. Il dolore puro è una sofferenza pura, l’immanenza in sé di tale sofferenza – senza orizzonte, senza speranza, t⋯

⋯  ⋯Sapere dove è l’identità è una domanda senza risposta
40% Autori VariFrammenti
Mi sono moltiplicato per sentire, per sentirmi, ho dovuto sentire tutto, sono straripato, non ho altro che traboccarmi, e in ogni angolo della mia anima c’è un altare a un dio differente. Mi sento multiplo. Sono come una stanza dagli innumerevoli specchi ⋯

Justin RoweLa scoperta d’una origine
37% FrammentiItalo Calvino
A scuola si impara a leggere, punto; per il resto la lettura reale, quello che è il modo giusto di percorrerla, ossia viverla e non leggerla, o uno se la da, da sé, o non si da, si sa solo leggere. Non necessariamente il classico ci insegna qualcosa che n⋯