La profezia di Borges
Nel mondo ci sono cose gravi, e cose meno gravi. Non sono mai riuscito a regolarmi al riguardo in modo soddisfacente, e stasera, durante una discussione dotta con una piacevole compagna di ventura (nonché malcelata acerrima nemica), mi è sovvenuta una verità sconcertante: nel mondo esistono più copie dei libri di Borges che persone in grado di capirli.
Borges l’aveva detto: stanno scomparendo i lettori, mentre gli scrittori fioriscono indisturbati. Le foreste invece sfioriscono, seguendo il destino del lettore, sacrificate in nome di una non ben precisata necessità democratica. Non mi era mai sovvenuto, prima d’ora, il nesso bislacco che sussiste tra democrazia e scrittura: siamo abituati a non stare mai zitti, abbiamo dimenticato il silenzio, e il morboso meccanismo che fa trapassare il diritto in bisogno, e poi in dovere, fa sì che il vuoto sia riempito dal rumore assordante del battere dei tasti.
Che poi, pensandoci, è quello che sto facendo io. Quindi mi fermo. Però insomma, che terribile spreco di carta.

Crediti
 Jorge Luis Borges
 Pinterest •   • 




Quotes per Jorge Luis Borges

Durano nel tempo solo le cose
che non furono del tempo.

La comprensione universale - che contenga tutti i dettagli senza che si frantumi l'unico senso - forse comporterebbe l'abbandono definitivo di quell'lo al tramonto, in una dissoluzione diventata ritorno al mare infinito rappresentato simbolicamente dall'opposto Pesci.
Il mare è solitario come un cieco. Il mare è un antico linguaggio che già non riesco a decifrare.  Navigazione

[…] Ma egli ebbe quello che il suo cuore bramava, e tardò molto ad averlo, e forse non c'è felicità più grande.

Noi siamo la nostra memoria,
noi siamo questo museo chimerico di forme incostanti,
questo mucchio di specchi rotti.

Tempo addietro concepii un racconto fantastico alla maniera di Léon Bloy: un teologo dedica tutta la propria vita a confutare un eresiarca: lo vince in ingarbugliate polemiche, lo denuncia, lo manda sul rogo; in Cielo scopre che per Dio lui e l'eresiarca formano una sola persona.