Sitzendes mädchen mit schwarzen Strümpfen und vorgehaltenen Händen
Poiché nel simbolo della stella era apparsa una volta a Goethe la speranza che egli doveva nutrire per gli amanti. La frase, che per dirla con Hölderlin, contiene la cesura dell’opera, e in cui, mentre gli amanti abbracciano sigillati il loro destino, tutto si ferma, dice: “Come una stella cadente, la speranza passò sulle loro teste“. Ma essi non la vedono, e non si poteva dire più chiaramente che l’ultima speranza non è mai tale per chi la nutre, ma solo per quelli per cui è nutrita

Crediti
 Walter Benjamin
 Le affinità elettive
 SchieleArt •  Sitzendes mädchen mit schwarzen Strümpfen und vorgehaltenen Händen • 1911