Egon Schiele ⋯ Reclining Woman

In nessun caso potrà esservi una filosofia accessibile a tutti gli uomini e universalmente valida, poiché la differenza nel grado di intelligenza è troppo grande. La vera filosofia, quando compare, ha davvero valore solo per pochi, per menti di prima categoria, e non importa se gli altri le rendono o meno omaggio in ossequio all’autorità, cosa che sono sempre disposti a fare nella consapevolezza della propria incapacità filosofica.
Accanto a una simile filosofia ci dovranno sempre essere anche altre filosofie per la seconda, la terza e la quarta classe; fra queste ultime, le filosofie per le classi inferiori compaiono solitamente nella veste dell’autorità assoluta, cioè come religioni.
Le verità non sono fatte per la moltitudine, poiché l’unica cosa che davvero le si adatta è piuttosto qualsiasi dogma opportunamente comprensibile e in buoni rapporti con la morale, sotto forma o di religione o di filosofia.
Ne consegue che la filosofia autentica non è adatta a essere insegnata ex cathedra, come se fosse accessibile a tutti; piuttosto, concepita da menti straordinarie per menti altrettanto straordinarie e conservata per iscritto, essa dev’essere accessibile a chiunque ne sia alla ricerca e ne abbia bisogno; per gli altri rimane invece un libro chiuso.
In ogni caso le religioni possono essere più o meno vicine a tale filosofia, come l’Induismo e il Buddhismo.

Crediti
 • Arthur Schopenhauer •
 • Il mio Oriente •
 • SchieleArt • Heritage Images Reclining Woman • 1917 •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
503% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
 ⋯ Filosofia e rivoluzione: il testo, il contesto e la trama
322% ArticoliFilosofiaRaimon Panikkar
“Philosophy and Revolution: the Text, the Context and the Texture” è un articolo che Panikkar ha pubblicato nel luglio del 1973 sulla rivista di studi interculturali «Philosophy East and West», vol. 23, n° 3, pp. 315-322. Mai apparso in traduzione italian⋯
Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
154% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
 ⋯ La violenza nella storia
77% ArticoliFilosofiaGérard Wormser
Queste genti si percoteano a vicenda non solo con le mani, ma con la testa, col petto, e coi piedi, troncandosi reciprocamente coi denti le membra a brano a brano. • Dante Alighieri • La violenza si presenta come una relazione e non come un oggetto, una c⋯
 ⋯ Arricchire la visione del mondo
75% Adolfo Vásquez RoccaArticoliFilosofia
Negli studi di Derrida e di Ricoeur intorno alla metafora e all’interpretazione, appena si cita Nietzsche, tutto quanto si pensa, si pensa partendo da lui. L’influenza che il pensiero di questo filosofo ha prodotto nella mentalità dell’Occidente è così gr⋯
 ⋯ Tornare alle qualità naturali
73% FilosofiaLao Tzu
Il sommo bene è come l’acqua: l’acqua ben giova alle creature e non contende, resta nel posto che gli uomini disdegnano. Per questo è quasi simile al Tao. Nel ristare si adatta al terreno, nel volere s’adatta all’abisso, nel donare s’adatta alla carità, n⋯