Federico Faruffini ⋯ La Vergine al Nilo

Per giungere al colmo dell’estasi in cui godendo ci perdiamo, dobbiamo sempre fissarne il limite immediato: l’orrore. Non soltanto il dolore altrui o il mio personale, avvicinandomi all’istante in cui l’orrore mi sconvolgerà, può farmi giungere allo stato gioioso che sfiora il delirio, ma non v’è forma di ripugnanza di cui non possa scoprire l’affinità con il desiderio. Non che l’orrore si confonda mai con l’attrazione, ma se non può inibirla, distruggerla, l’orrore rafforza l’attrazione! Il pericolo paralizza, ma se è meno intenso può eccitare il desiderio. Noi non giungiamo all’estasi se non nella prospettiva, sia pur remota, della morte, di ciò che ci distrugge.

Crediti
 • Georges Bataille •
 • Pinterest • Federico Faruffini La Vergine al Nilo • 1865 •

Similari
 ⋯ Fu l’età dei Lumi a condannare la pratica del biblico Onan
131% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
Condannata, sublimata, elogiata, la masturbazione, per una sorta di ironia della storia, incrina la venerabilità dell’Età dei Lumi, giustamente considerata età della ragione, che lascia finalmente alle sue spalle il buio dei secoli precedenti oscurati da ⋯
 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
118% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯
 ⋯ L’invenzione dell’inconscio
104% ArticoliJacques LacanPsicologia
Il movimento fondamentale dell’insegnamento di Lacan è un ritorno a quella che egli considera l’invenzione principale di Freud: l’inconscio. Lacan sottolinea l’inconscio come invenzione di Freud, nel senso che questi, non è il Cristoforo Colombo della psi⋯
 ⋯ Introduzione all’Antiedipo
96% Alessandro FontanaArticoliPsicologia
Si immagini la storia come una massa globulare, una nebulosa, con oggetti puntuali inegualmente distribuiti e stati d’intensità differenziali: insieme aleatorio e stocastico più che continuo statistico. Il presente allora non sarebbe spesso che la derivat⋯
Tra neuroscienze, psicologia e letteratura, la nascita di unIl cervello raccontato
82% ArticoliNeuroscienzePaolo Pecere
Il rapporto tra l’attività cerebrale e l’identità di una persona è un tema attualissimo, che fin dalle sue prime formulazioni moderne ha messo in questione il ruolo della narrazione: come può collegarsi l’operare dei miliardi di neuroni che compongono il ⋯
⋯  ⋯Il cristallo si vendica
69% ArticoliJean BaudrillardPsicologia
La psicoanalisi ha privilegiato un aspetto della nostra vita, e ci ha nascosto l’altro. Ha sopravvalutato una delle nostre nascite, la nascita biologica e genitale, e ha dimenticato l’altra, la nascita iniziatica. Ha dimenticato che se ci sono due esseri ⋯