La vita come forza avversa
Eccola lì, dinanzi a lei, la vita. La vita: ella cominciava a pensarci, senza concludere. Dava uno sguardo alla vita, perché ne aveva una sensazione precisa: come di cosa reale, di cosa intima ch’ella non condivideva con alcuno. Tra la vita e lei correva una specie di transazione in cui ciascuna delle due parti tentava di soverchiare l’altra; ed entrambe, ogni tanto (quand’ella era sola) venivano a patti: avvenivano a volte grandi scene di riconciliazione. Ma di solito, strano a dirsi, ella si avvedeva di percepire la vita come una forza tremenda, avversa e pronta ad incrudire alla prima occasione.

Crediti
 Virginia Woolf
 Gita al faro
 SchieleArt •   • 




Quotes per Virginia Woolf

L'orologio mi guarda con la sua faccia di luna. Devo creare frasi e ancora frasi e frapporre così qualcosa di solido tra me e lo sguardo fisso delle cameriere, degli orologi, dei volti insistenti e indifferenti, altrimenti finirò per piangere-Sola piombo spesso nel nulla. Devo avanzare il piede furtivamente per non cadere giù nel nulla, dalla balaustra del mondo. Mi tocca sbattere la mano contro una porta per richiamarmi al senso di avere un corpo.  Passages

Ho avuto un istante di grande pace. Forse è questa la felicità.

Nessuna passione cova più forte in petto all'uomo, del desiderio di far pensare gli altri a modo proprio. Nulla offusca tanto il cielo della sua felicità, nulla lo riempie tanto di furore, quanto il sapere che un altro tiene a vili cose di cui egli fa gran conto. Non l'amore della verità, ma la sete di dominio scaglia fazione contro fazione, e fa desiderare a una parrocchia la rovina di un'altra parrocchia.

Credo anche che i nostri corpi siano in verità nudi. Siamo solo leggermente ricoperti da una stoffa abbottonata, sotto il selciato ci sono gusci di conchiglie, ossa e silenzio.

La bellezza del mondo ha due tagli, uno di gioia, l'altro d'angoscia, e ci divide in due il cuore.