Gustave Doré ⋯ L'espulsione dal giardino
Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza.

Crediti
 • Dante Alighieri •
  • XXVI, 118-120 •
 • Pinterest • Gustave Doré L'espulsione dal giardino • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
 ⋯ Per non dimenticare
57% PoesiePrimo Levi
Voi che vivete sicuri Nelle vostre tiepide case, Voi che trovate tornando a sera Il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per un pezzo di pane Che muore per un si o per un no. Consider⋯
Egon Schiele ⋯ Crouching Nude GirlSilenziosa luna
54% Giacomo LeopardiPoesieSchiele Art
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, Silenziosa luna? Sorgi la sera, e vai, Contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga Di riandare i sempiterni calli? Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga Di mirar queste valli? Somiglia alla tu⋯
Egon Schiele ⋯ Gialle cittàLa rosa del mondo
52% PoesieSchiele ArtWilliam Butler Yeats
Chi sognò che bellezza trascorre come un sogno? Per queste labbra rosse, con tutta la loro fierezza dolente, Dolente che nessun nuovo prodigio possa accadere, Troia passò in alto funereo splendore, E i figli d’Usna perirono. Noi e il mondo travaglioso tra⋯
Gustave Doré ⋯ LMa non sì che paura non mi desse
46% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Ma non sì che paura non mi desse la vista che m’apparve d’un leone. Questi parea che contra me venisse con la test’alta e con rabbiosa fame, sì che parea che l’aere ne tremesse. Ed una lupa, che di tutte brame sembrava carca nella sua magrezza, e molte ge⋯
Gustave Doré ⋯ I discepoli che strappano il grano di sabatoQual si lamenta perché qui si moia
46% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Qual si lamenta perché qui si moia per viver colà sù, non vide quive lo refrigerio de l’etterna ploia. Quell’ uno e due e tre che sempre vive e regna sempre in tre e ‘n due e ‘n uno, non circunscritto, e tutto circunscrive, tre volte era cantato da ciascu⋯
 ⋯Trovare frontiera
32% PoesieSaffo di Ereso
Vieni, Inseguimi tra i cunicoli della mia mente, tastando al buio gli spigoli acuti delle mie paure. Trovami nell’angolo più nero, osservami. Raccoglimi dolcemente scrollando la polvere dai miei vestiti. Io ti seguirò. Ovunque.