⋯ Mauro Colombo ⋯

Spesso, per divertirsi, gli uomini d’equipaggio
Catturano degli albatri, grandi uccelli dei mari,
Che seguono, indolenti compagni di viaggio,
Il vascello che va sopra gli abissi amari.

E li hanno appena posti sul ponte della nave
Che, inetti e vergognosi, questi re dell’azzurro
Pietosamente calano le grandi ali bianche,
Come dei remi inerti, accanto ai loro fianchi.

Com’è goffo e maldestro, l’alato viaggiatore!
Lui, prima così bello, com’è comico e brutto!
Qualcuno, con la pipa, gli solletica il becco,
L’altro, arrancando, mima l’infermo che volava!

Il Poeta assomiglia al principe dei nembi
Che abita la tempesta e ride dell’arciere;
Ma esule sulla terra, al centro degli scherni,
Per le ali di gigante non riesce a camminare.


Crediti
 • Charles Baudelaire •
 • Pinterest • Mauro Colombo  •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Crouching Nude GirlSilenziosa luna
40% Giacomo LeopardiPoesieSchiele Art
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, Silenziosa luna? Sorgi la sera, e vai, Contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga Di riandare i sempiterni calli? Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga Di mirar queste valli? Somiglia alla tu⋯
Egon Schiele ⋯ Né crudo né cotto
30% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Come chi fruga in un braciere spento. Come chi smuove i carboni e ricorda. La Tempesta di Shakespeare, però una pioggia senza fine. Come chi osserva un braciere che esala gas tossici in una grande stanza vuota. Anche se, forse, la grandezza della stanza s⋯
⋯  ⋯Che l’America sia di nuovo America
29% Langston HughesPoesie
Che l’America sia di nuovo America. Che torni a essere il sogno che era. Che sia il pioniere nella prateria Che cerca una casa dove essere libero. (L’America non è mai stata America per me.) Che l’America sia il sogno che i sognatori hanno sognato – Che s⋯
Pierre-Auguste RenoirLa vita semplice
28% Octavio PazPoesie
Chiamare il pane pane e che appaia sulla tovaglia il pane quotidiano; dargli al sudore il suo e dargli al sonno al breve paradiso e all’inferno e al corpo e al minuto quello che chiedono; ridere come il mare ride, il vento ride, senza che la risata suoni ⋯
 ⋯Il centro dell’inguine
26% Giorgio ManganelliPoesie
Conosco la pace del pensoso dinosauro, la coerenza delle zanne della tigre: dove non c’erano parole dove non ci sono parole, nel centro del centro del centro delle cose sorde, vitali, sanguinose, dove si enumerano stomaco, unghie, genitali, intestini lung⋯
Maja TopcagicSempre l’altro
26% Magnus ErzensbergerPoesie
Uno ride si interessa ha il mio viso con pelle e capelli sotto il cielo lascia rotolare parole dalla mia bocca uno che ha denaro e paura e un passaporto uno che litiga e ama uno che si diverte e si dimena ma non io io sono l’altro che non ride che non ha ⋯