L’amore reciproco
L’amore reciproco, per come me lo immagino, è un sistema di specchi che riflette per me, sotto i mille volti che lo sconosciuto assume ai miei occhi, l’immagine fedele della persona che amo, sempre più sorprendente nella sua capacità di intuire il mio desiderio e sempre più.

Crediti
 • André Breton •
 • Pinterest • Liv Ullmann  •  •

Similari
Aela LabbéPater Noster
39% Anna Maria TocchettoPercorsi
Dalla tua poltrona dominavi il mondo. Solo il tuo punto di vista era giusto. Tu eri per me misura delle cose. Ai miei occhi assumevi l’aspetto enigmatico dei tiranni, la cui Legge si fonda sulla loro persona, non sul pensiero. • Frank Kafka • L’Edipo non ⋯
⋯  ⋯I Mikrogramme e la poesia di Robert Walser
32% Antonio DevicientiPercorsi
L’impressione che si ha nell’ avvicinarsi ai manoscritti dei “microgrammi” walseriani è quella di una pazienza che sembra voler essere la stessa della natura quando quest’ultima, non vista e per così dire silenziosa, lascia accumulare strati su strati di ⋯
Hand made Mexican Aztec calendarBenedizione Nahuatl
24% AnonimoPercorsi
Libero i miei genitori dalla sensazione che mi hanno deluso. Libero i miei figli dal bisogno di darmi orgoglio; affinché scrivano le loro strade secondo i loro cuori, che sussurrano tutto il tempo nelle loro orecchie. Libero il mio compagno dall’obbligo d⋯
André Schmucki ⋯Mi serve la comprensione
23% Marina CvetaevaPercorsi
Caro Petja, sono molto contenta che vi siate ricordato di me. La convinzione umana è uno dei piaceri più profondi e sottili della vita: dai la cosa migliore, l’anima, e prendi la stessa cosa in cambio, e tutto avviene con leggerezza, senza le difficoltà e⋯
⋯  ⋯Processo di idealizzazione e trasfigurazione
21% Aldo CarotenutoPercorsi
Quel che innanzi tutto si presenta all’attenzione di chi guarda l’immagine femminile che Dante ha tratteggiato, è il ritratto di una donna dallo spessore psicologico intenso e complesso. Francesca è in un certo senso l’anti-Beatrice, una tipologia femmini⋯
Scorgere il proprio voltoScorgere il proprio volto
20% Kahlil GibranPercorsiPoesie
Il tuo prossimo è lo sconosciuto che è in te, reso visibile. Il suo volto si riflette nelle acque tranquille,e in quelle acque, se osservi bene, scorgerai il tuo stesso volto. Se tenderai l’orecchio nella notte, è lui che sentirai parlare, e le sue parole⋯