Languore
Io sono l’Impero alla fine della decadenza,
che guarda passare i grandi Barbari bianchi
componendo acrostici indolenti dove danza
il languore del sole in uno stile d’oro.

Soletta l’anima soffre di noia densa al cuore.
Laggiù, si dice, infuriano lunghe battaglie cruente.
Oh, non potervi, debole e così lento nei propositi,
e non volervi far fiorire un po’ quest’esistenza!

Oh, non potervi, o non volervi un po’ morire!
Ah! Tutto è bevuto! Non ridi più, Batillo?
Tutto è bevuto, tutto è mangiato! Più nulla da dire!

Solo, un poema un po’ fatuo che si getta alle fiamme,
solo, uno schiavo un po’ frivolo che vi dimentica,
solo, un tedio di non so che attaccato all’anima!

Crediti
 • Paul Verlaine •
 • Languore •
 • Cose lontane e cose vicine - Pubblicata per la prima volta sulla rivista 'Il gatto nero', nel 1883 circa, è divenuta manifesto del nascente Decadentismo. •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ I poveri si erano venduti
63% Ascanio CelestiniPoesie
I poveri erano così tanto poveri che presero la loro fame e la misero in bottiglia e se la andarono a vendere. Se la comprarono i ricchi, i ricchi che nella vita avevano mangiato di tutto, dal caviale ripieno all’ossobuco di culo di cane allo spiedo. Però⋯
Egon Schiele ⋯ È quel che è
29% Erich FriedPoesieSchiele Art
È assurdo dice la ragione È quel che è dice l’amore È infelicità dice il calcolo Non è altro che dolore dice la paura È vano dice il giudizio È quel che è dice l’amore È ridicolo dice l’orgoglio È avventato dice la prudenza È impossibile dice l’esperienza⋯
Egon Schiele ⋯ Siamo tutti caduchi
29% PoesieSchiele ArtSergej Esenin
Tutti noi, tutti siamo caduchi a questo mondo, lento cola dagli aceri il rame delle foglie… e sia allora per sempre benedetto quel che è venuto a fiorire e morire.
 ⋯ Urli di voluttà e di languore
22% Cesare PavesePoesie
Ma ho l’anima ormai tanto tesa, schiantata dalla tua figura, che non trovo più pace al suo brivido atroce. che cosa diverrebbe il mio povero cuore sotto l’urto del sangue, alla sublimità di te? Se ora mi par di morire, che vertigine folle, che palpiti mor⋯
Egon Schiele ⋯ Amori ancillari
21% Guido GozzanoPoesieSchiele Art
Allor che viene con novelle sue, ghermir mi piace l’agile fantesca che secretaria antica è fra noi due. M’accende il riso della bocca fresca, l’attesa vana, il motto arguto, l’ora, e il profumo d’istoria boccaccesca… Ella m’irride, si dibatte, implora, ⋯
Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
20% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯