L’anima d’Inghilterra
Quante spade aveva confitte Lady Beveridge nel suo povero cuore! Eppure pareva ci fosse posto per altre ancora, dacché ella aveva deciso che il suo cuore non dovesse mai rinchiudersi alla gentilezza e alla pietà. Tanto che se non era l’ardore di questa sua decisione ella stessa sarebbe morta d’angoscia negli anni 1916 o 1917, anni in cui i suoi fratelli erano stati uccisi in guerra e la morte pareva aver falciato largamente nella sua famiglia. Ma dimentichiamo. Lady Beveridge amava l’umanità e, qualunque cosa accadesse, avrebbe continuato ad amarla. Anzi, in un certo senso, avrebbe voluto amare anche i suoi nemici: non i nemici cattivi, gli uomini che commettono atrocità, ma coloro che erano suoi nemici non di proposito. Non voleva esser travolta dal furore dell’odio generale. Qualcuno l’aveva definita l’anima d’Inghilterra. Non era detto male quantunque ella fosse d’origine mezzo irlandese ed appartenesse ad una vecchia, leale e aristocratica famiglia celebre per i suoi brillanti gentiluomini. Lady Beveridge aveva poi esercitato per anni ed anni tale influenza sopra il tono della politica inglese come poche altre persone al mondo. Legata in stretta amicizia coi grandi capi partito della Camera dei Lord e del Consiglio essa era paga di vedere gli uomini agire aspirando da lei come da una pura rosa di vita la fragranza della verità e dello schietto amore. Né aveva alcuna esitazione o timore riguardo al suo spirito.

Crediti
 • David Herbert Lawrence •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
1689% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

Renato Guttuso ⋯ LL’anno della rivoluzione
1173% Maurice Rapport
Sotto un livido cielo di gennaio, un convoglio di slitte trainate da cavalli avanzava lasciando le sue scie in una pianura imbiancata di neve. La processione si fermò a una sbarra, e i passaporti dei passeggeri vennero esaminati da un sergente; un vecchio⋯

 ⋯ Il Codice di Hammurabi
1165% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
1105% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

 ⋯ Sapere di non essere
965% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

 ⋯ Il mercantile
868% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯