L'artista e sua moglie (doppio ritratto)Il dipinto intitolato Il pittore e sua moglie (doppio ritratto) è stato realizzato da Egon Schiele nel 1916, utilizzando una tecnica artistica sconosciuta e di dimensioni approssimative di 63 x 55 1/8 (160 x 140 cm). Il dipinto è stato identificato dai numeri di catalogo Nirenstein XLVII, O. Kallir XLIX, Leopold LIV e Natter 187.

Sulla base del diario di Schiele, si sa che il dipinto è stato realizzato il 9 e 23 aprile 1916 e che il motivo a scacchi della gonna potrebbe essere lo stesso presente nel ritratto di Edith Schiele del 1918.

Il dipinto rappresenta un doppio ritratto dell’artista e della moglie Edith. La figura maschile è ritratta in primo piano, seduta su una sedia con le gambe incrociate. Schiele indossa una camicia bianca con una cravatta nera, pantaloni scuri e un abito nero. La figura femminile, che sta dietro di lui, è rappresentata con una gonna a scacchi e una camicetta bianca.

Il dipinto è un esempio della tecnica di Schiele nel ritrarre le figure umane, utilizzando linee forti e contorte per creare un senso di tensione e disarmonia. Le figure sembrano emotivamente distanti l’una dall’altra, come se fossero in un momento di tensione o di incomprensione.

Il pittore e sua moglie è un’opera importante nella carriera di Schiele, in quanto mostra l’influenza che Edith ha avuto sulla sua vita e sulla sua arte. Il dipinto rappresenta anche uno dei pochi esempi di ritratti di coppia realizzati da Schiele, il che lo rende un’opera unica e preziosa per gli appassionati d’arte.

Crediti
 Joe Conta
 Disegni di Schiele
 SchieleArt •  The Artist and His Wife (Double Portrait) • 




Quotes casuali

Se voglio attraverso le stelle
sapere, tempo, dove sei,
vedo che vai con loro,
ma con loro non torni.
Dove imprimi le tue orme,
che non ritrovo il tuo cammino?
Ma ahimè, m'inganno!
che tu voli, corri, rotoli via:
tempo, sei tu che resti,
ed io che volo via.
Luís de Góngora
A proposito di italiani vittime dei lager, va sottolineata una cosa. Alcuni credono che solo i tedeschi si comportarono da assassini crudeli e solo gli ebrei furono le loro vittime.
Non è così. Tra le vittime c'erano anche molti italiani. E pure tra i criminali!
Primo Levi
Bisogna prendere tutta la cultura che il capitalismo ha lasciato e con essa edificare il socialismo. Bisogna prendere tutta la scienza, la tecnica, tutte le conoscenze, l'arte. Senza di ciò non costruiremo la vita della società comunista.Vladimir Il'ič Ul'janov