⋯ drawings
Il pianista affondava le sue dita sui malinconici tasti del pianoforte bagnandoli con il liquido che cadeva dai suoi occhi e, in un gesto di solidarietà, la città piangeva con lui.
Il violinista suonava furioso, facendo uscire i morti dalle loro tombe che ringraziavano contenti, per quel piccolo arco di vita in più che gli aveva concesso, ballando al calore di una luna stupita.
Il poeta passeggiava nella prigione della sua mente e, cercando versi dimenticati li raccoglieva dal suolo, togliendo loro la sporcizia e convertendoli in diamanti per poi tatuarli sopra la carta, sua confidente.
Il demente sentì un urlo che rompeva i cristalli e i silenzi si mettevano in ascolto per rintracciare la fonte e uccidere l’emittente, ma gli sguardi dei passanti gli facevano dedurre che il grido proveniva dalla sua gola.
La morte aspettava in piedi, testimoniando l’addio degli innamorati forse in pena, forse commossi ma, disposta a fare il suo lavoro, diede tre passi in avanti e, lasciando cadere una pesante lacrima, toccò la spalla della ragazza.
La solitudine circolava lungo la strada, bussando di porta in porta e desiderando trovare un buon uomo che la lasciasse entrare e, guadagnarsi così, a poco a poco la sua fiducia, per poi mangiarselo vivo.
L’amore entrava in un bar e, ubriacato seriamente, sceglieva due anime una di fronte all’altra per costringerle ad amarsi, e questo aveva sempre una fine atroce, ma era la cosa che più lo divertiva.

Crediti
 • Anonimo •
 • Pinterest •  drawings • 1914 •

Similari
 ⋯ Il Tempo Degli Assassini
33% Gennaro De FalcoPercorsi
Ecco il tempo degli Assassini” è il rintocco che chiude “Mattinata d’ebbrezza” nelle “Illuminazioni” di Rimbaud. Ed è la frase che intitola, con un apolivalenza di significati, della quale Rimbaud è solo in parte responsabile, questo saggio scritto da Mil⋯
  ⋯ Roma Town Site
32% PercorsiUldio Calatonaca
Roma, lo dico subito, nell’ultima trentina d’anni è cambiata poco o nulla; o meglio lo ha fatto un po’ in male e un po’ anche in bene. Io, romano che trenta anni fa era ventenne, non capisco cosa è davvero peggiorato: mondezza trasporti sanità delinquenza⋯
Egon Schiele ⋯ Valorizza quello che puoi dare
28% AnonimoSchiele Art
Umano, vedo che stai piangendo perché è arrivato il mio momento. Non piangere, per favore, ti voglio spiegare alcune cose. Tu sei triste perché me ne sono andato, ma io invece sono felice perché ti ho conosciuto. Quanti come me ogni giorno muoiono senza a⋯
 ⋯ L’unione libera
27% AnonimoIdee
Gli anarchici rifiutano l’organizzazione del matrimonio. Essi affermano che due persone che si amano non hanno bisogno di autorizzazioni da parte di terzi per dormire insieme e dal momento in cui la loro volontà gli conduce al letto, la società non ha nul⋯
 ⋯ Pensavamo alla vita
20% Herman MelvillePercorsi
«Peleg! Peleg!» disse Bildad alzando occhi e mani, «tu stesso come io stesso hai visto molti pericoli; tu lo sai, Peleg, che vuol dire avere paura della morte; com’è che puoi sproloquiare in questo modo così empio. Tu smentisci il tuo stesso cuore, Peleg.⋯
 ⋯ C’erano una volta… delle pecore
20% AnonimoRacconti
Un uomo ben vestito si presentò un giorno in un villaggio. Salito su una cassa, gridò a tutti coloro che lo volevano ascoltare che avrebbe comprato per 150 €, in contanti, ogni pecora che gli avrebbero offerto. I contadini lo trovarono strano ma il prezzo⋯