Le ombre profane del sapere
Esiste una disciplina nella quale la regina Filosofia è asservita e diventa una scienza ausiliaria o, per dirla accademicamente, una materia secondaria, ed è la Teologia. Dove l’amore del sapere si eleva all’intuizione dell’ente supremo, della prima scaturigine dell’essere, alla dottrina di Dio e delle cose divine, là, si potrebbe dire, è la vetta della dignità scientifica, la sfera più alta e più nobile della conoscenza, la cima del pensiero; là l’intelletto spirituale trova la sua meta più sublime; la più sublime perché le ombre profane del sapere, per esempio la filosofia, e con essa la storia e altre, diventano un mero ornamento al servizio della conoscenza delle cose sacre -e altrettanto vale per il fine che va perseguito in profonda umiltà, perché, secondo le parole della Scrittura, è più alto della ragione e lo spirito umano vi assume un legame più devoto, più credente di quello che gli possa imporre qualsiasi altra materia di erudizione.

Crediti
 • Thomas Mann •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
943% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

⋯  ⋯Biografia di Georg Wilhelm Friedrich Hegel
457% BiografieWikipedia
Dopo aver compiuto gli studi ginnasiali nella sua città, entrò nel 1788 nello Stift di Tubinga, una sorta di seminario protestante, dove ebbe come condiscepoli Schelling e Hölderlin, con i quali strinse una viva amicizia e condivise gli entusiasmi per la ⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
416% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

 ⋯ L’esperienza e la verità
407% Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯

 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
394% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯

Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
373% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯