Le rovine di Weitenegg
Il dipinto intitolato Ruine Weitenegg di Egon Schiele risale al 1916 ed è un’opera che rappresenta le rovine del castello di Weitenegg sul Danubio, situato a circa 20 miglia da Mühling. Schiele e sua moglie visitarono il castello in una domenica del luglio del 1916, e il 14 dello stesso mese, l’artista annotò nel suo diario di aver dipinto il paesaggio con le rovine.

Non sono noti i dettagli sul medium utilizzato o sulle dimensioni del dipinto. Il dipinto è stato descritto come rappresentante alberi tra cui si siedono anziani, bambini dai colori vivaci che giocano in gruppo, e le rovine del castello che appaiono di colore giallo-grigio, in parte graffiate e scolpite come delle torsioni. Sullo sfondo, si può vedere il fiume bianco con i rimorchiatori, mentre in lontananza ci sono prati verdi, montagne e un cielo a strisce.

Non ci sono informazioni sulle tecniche usate da Schiele per dipingere questo paesaggio, ma l’opera sembra rappresentare una combinazione di stili impressionisti ed espressionisti, come dimostra la pennellata leggera e le forme esagerate e distorte.

Il dipinto non è considerato una delle opere più importanti di Schiele, ma dimostra la sua abilità nel rappresentare paesaggi naturali e urbani in modo originale e innovativo. Il tema delle rovine era molto popolare tra gli artisti dell’epoca, ma Schiele riuscì a rappresentare questo soggetto in modo personale e coinvolgente.

Crediti
 Joe Conta
 Disegni di Schiele
 SchieleArt •  The Weitenegg Ruins • 




Quotes casuali

Tu non vedi il mio amore
che mi trema nel cuore
come le alghe leggiere
nell'oceano profondo.
Akiko Yosano
Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vedi quando togli gli occhi dalla meta.Henry Ford
Ognuno è una farfalla. Si parte brutti, in posizioni scomode, poi si muta in bellissime e graziose farfalle che tutti amano.Drew Barrymore