Egon Schiele ⋯ Mère et Enfant

Chi trascura di educare il proprio figlio all’amicizia, lo perderà non appena avrà finito di essere bambino.


Crediti
 • Charles Péguy •
 • SchieleArt •  Mère et Enfant • 1917 •

Similari
Egon Schiele ⋯ Educare al critico
65% AforismiOscar WildeSchiele Art
Il critico deve educare il pubblico; l’artista deve educare il critico.
Egon Schiele ⋯ Composition with Three Male NudesFra il sapiente e l’ignorante
51% FilosofiaPlatoneSchiele Art
“Ma cosa sarebbe allora, esclamai, questo Amore? un mortale?”. “Niente affatto”. “Ma allora cos’altro è?”. “Come nel caso di prima, qualcosa di mezzo fra mortale e immortale”. “Che è dunque, o Diotima?”. “Un demone grande, o Socrate. E difatti ogni essere⋯
Egon Schiele ⋯ I veri amici
50% Arthur SchopenhauerFilosofiaSchiele Art
Come la carta moneta circola al posto dell’argento, così nel mondo, invece della vera stima e della vera amicizia, circolano gli attestati esterni e i gesti che mimano con la maggior naturalezza possibile questi sentimenti. Del resto ci si può anche chied⋯
Egon Schiele ⋯ Woman with mirrowOgni vita raccontata è esemplare
47% Marguerite YourcenarSchiele Art
Non ho tardato molto ad accorgermi che scrivevo la vita d’un grand’uomo; e di conseguenza, un maggior rispetto della verità, una maggiore attenzione, e, da parte mia, un maggior silenzio. In un certo senso, ogni vita raccontata è esemplare; si scrive per ⋯
Egon Schiele ⋯ Sitting childColossali mostri marini
47% Arthur SchopenhauerFilosofiaSchiele Art
La vera amicizia rientra nell’ordine di quelle cose che – come i colossali mostri marini – non si sa se siano leggendarie o se esistano da qualche parte. Ci sono però tra gli uomini dei legami che, pur basati essenzialmente su occulti motivi egoistici, di⋯
Egon Schiele ⋯ Parlammo tante altre volte
44% Roberto BolañoSchiele Art
Parlammo tante altre volte. Ci furono settimane in cui la chiamai due volte al giorno, chiamate brevi, ridicole, dove l’unica cosa che volevo dire non gliela potevo dire, e allora parlavo di qualsiasi cosa, la prima cosa che mi venisse in mente, nonsense ⋯