⋯
Borges ci illustra l’arbitrarietà di tutti quei tentativi di classifica che l’uomo si diverte a confabulare grazie alla sua alienazione o al distacco dalla natura. Poi ci sono i creazionisti che avversano agli evoluzionisti nel tentativo prevaricatore per canonizzare le loro metafore. Alla fine i tassonomisti come Wilkins e poi Linneo cercarono di dare una parvenza più razionale, ma che comunque sempre arbitraria è, come lo sono tutte le convinzioni.
La seguente è la classificazione delle specie animali, definito come l’Emporio celeste di conoscimenti benevoli.
Quindi le specie animali si dividono in:

  1. appartenenti all’Imperatore,
  2. imbalsamati,
  3. addomesticati,
  4. maialini da latte,
  5. sirene,
  6. favolosi,
  7. cani in liberta’,
  8. inclusi nella presente classificazione,
  9. che si agitano follemente,
  10. innumerevoli,
  11. disegnati con un pennello finissimo di peli di cammello,
  12. et caetera,
  13. che fanno l’amore,
  14. che da lontano sembrano mosche.

Crediti
 • Jorge Luis Borges •
 • Emporio celeste di conoscimenti benevoli •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Una certa enciclopedia
219% Michel FoucaultPsicologia
Questo libro nasce da un testo di Borges; dal riso che la sua lettura provoca, scombussolando tutte le familiarità del pensiero – del nostro, cioè: di quello che ha la nostra età e la nostra geografia – sconvolgendo tutte le superfici ordinate e tutti i p⋯
Le parole e le cose
212% LibriMichel Foucault
Le parole e le cose è una delle grandi opere del Novecento in cui viene presentata un’“accurata inchiesta” archeologica del sapere. Dalla somiglianza tra parole e cose del Rinascimento alla disarticolazione operata dalle scienze umane nel Novecento: un pe⋯
Il caso Nietzsche
160% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
145% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
La scrittura delle donne
134% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯