L’erotismo
Lo spirito umano è esposto alle più singolari ingiunzioni. Ha sempre paura di se stesso. I suoi impulsi erotici lo terrorizzano. La santa si ritrae, tremante, dal voluttuoso, ignorando l’unità delle inconfessabili passioni di quest’ambito e di quello che crede il suo. È tuttavia possibile cercare la coerenza dello spirito umano, le cui possibilità vanno dalla santità alla voluttà. Il punto di vista da me prescelto è tale, che mi permette di vedere coordinate queste opposte possibilità. Non che io tenti di ridurre le une alle altre, semplicemente mi sforzo di cogliere, al di là di ogni possibilità negatrice dell’altra, un’ultima possibilità di convergenza. Non penso che l’uomo sia in grado di illuminare e successivamente dominare ciò che lo spaventa: non credo, in altre parole, che l’uomo possa sperare in un mondo in cui non vi sia più motivo di aver paura, nel quale l’erotismo e la morte finiscono per trovarsi sul piano delle concatenazioni meccaniche. Ma l’uomo può superare ciò che lo spaventa, può guardarlo in faccia. A questo prezzo, egli sfuggirà a quella singolare ignoranza di se stesso che finora lo ha caratterizzato. D’altra parte, io non faccio che battere una strada sulla quale altri, prima di me, si sono incamminati. Assai prima dell’apparizione di questa mia opera, l’erotismo aveva cessato di essere considerato un argomento di cui un uomo serio non avrebbe dovuto occuparsi, a meno di non incorrere nel discredito. Da lungo tempo, gli uomini trattano senza paure e apertamente di erotismo. Dunque ciò di cui parlo qui, è cosa ormai nota. Il mio proposito è stato semplicemente quello di ricercare, nella diversità dei fatti descritti, una coesione. Ho tentato, in altre parole, di fornire un quadro coerente di un insieme complesso di atteggiamenti umani. È questa ricerca di un insieme coerente che differenzia il mio tentativo da quelli compiuti dalla scienza. Questa studia un problema isolato, accumula lavori specialistici, mentre io ritengo che l’erotismo abbia, per gli uomini, un senso che la metodologia scientifica non è in grado di cogliere. L’erotismo può essere fatto oggetto di considerazione solo a patto che, indagando su di esso, si indaghi sull’uomo. In particolare, poi, l’erotismo non può essere considerato indipendentemente dalla storia del lavoro, come non può essere considerato avulso dalla storia delle religioni.

Crediti
 • Georges Bataille •
 • L'érotisme •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Impero, vent’anni
236% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯

 ⋯ La scrittura delle donne
216% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
171% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

 ⋯ Vogliate essere liberi, e lo sarete!
101% Michail BakuninPolitica
Cari compagni, vi ho detto la volta scorsa che due grandi avvenimenti storici avevano fondato la potenza della borghesia: la rivoluzione religiosa del sedicesimo secolo, conosciuta col nome di Riforma, e la grande Rivoluzione politica del secolo scorso. Ho⋯

 ⋯ Il pensiero eterocentrico
94% ArticoliMonique WittigSocietà
Negli ultimi venti anni, il linguaggio ha dominato i sistemi teorici e le scienze umanistiche, penetrando così, nelle discussioni politiche dei movimenti delle lesbiche e di liberazione delle donne. Si tratta di un campo politico importante, in cui entra ⋯

⋯  ⋯Capitalismo o Economia Pianificata
94% Herbert George WellsPolitica
Herbert George Wells: Le sono molto grato per aver accettato di incontrarmi. Recentemente sono stato negli Stati Uniti. Ho avuto una lunga conversazione con il presidente Roosevelt e ho cercato di chiarire quali sono le sue idee principali. Ora sono venut⋯