⋯

La “natura” del fondamento originario è tale che essa si disperde in una molteplicità di configurazioni particolari dell’essere e si traduce in essa, ma non vi si distrugge: si conserva in essa come un nocciolo immutabile. Al contrario, la molteplicità, come deriva tutto il proprio essere dal fondamento originario, così alla fine deve necessariamente ritornare a quest’ultimo. In tale processo del nascere e del perire del particolare si manifesta l’ordine eterno e l’eterna giustizia della natura come l’annunzia Anassimandro.

Crediti
 • Ernst Cassirer •
 • Pinterest • Giannetto Fieschi  •  •

Similari
Laura CastroInterpretazione scientifica della natura
29% Ernst CassirerFrammenti
Democrito, che per primo creò un fondamentale e generale schema dell’interpretazione scientifica della natura, coglie subito anche il problema filosofico in essa nascosto. Per essere rappresentato, il movimento esige il “vuoto”: ma lo spazio vuoto non è i⋯
 ⋯ Nessuna teoria scientifica è insostituibile
19% Michele MarsonetPercorsi
Tempo fa destò scalpore la notizia che al CERN si era dimostrata la possibilità da parte dei neutrini di superare la velocità della luce. Alcuni si affrettarono a commentare che è troppo presto per archiviare Einstein. Giustissimo, chi mai oserebbe negarl⋯
 ⋯ La conversazione
18% Erich FrommPercorsi
La differenza tra le modalità dell’avere e dell’essere, può essere facilmente illustrata da due esempi di conversazione. Prendiamo uno scambio di idee tipico tra due uomini, A il quale ha l’opinione x, e B il quale ha l’opinione y. Ciascuno dei due si ide⋯
⋯Resta solo l’Amore
15% Bert HellingerPercorsi
La vita ti delude per farti smettere di vivere di illusioni e vedere la realtà. La vita ti distrugge tutto il superfluo, fino a quando resta solo l’importante. La vita non ti lascia in pace per farti smettere di litigare e accettare tutto così com’è. La v⋯
 ⋯ Parola tra le parole
15% PercorsiVirginia Woolf
Quando l’io dovrebbe e potrebbe acquistare sostanza, annullandosi per essere effettuale, divenendo noi, oltre noi, e non essere così, parola tra le parole che si disperde nel vento, portandosi appresso e cancellando pure te, in quanto essenza.
⋯  ⋯Processo di idealizzazione e trasfigurazione
13% Aldo CarotenutoPercorsi
Quel che innanzi tutto si presenta all’attenzione di chi guarda l’immagine femminile che Dante ha tratteggiato, è il ritratto di una donna dallo spessore psicologico intenso e complesso. Francesca è in un certo senso l’anti-Beatrice, una tipologia femmini⋯