Lettere dell'alfabeto segreto

L’inventario delle tue cicatrici, specialmente quelle che vedi sul viso ogni mattina quando ti guardi allo specchio del bagno per pettinarti o per farti la barba. Ci pensi raramente, ma ogni volta concludi che sono i segni della vita, che l’assortimento di linee frastagliate incise nella pelle del tuo viso sono le lettere dell’alfabeto segreto che racconta la storia di chi sei, e per ogni cicatrice c’è la traccia di una ferita sanata, e ogni ferita era stata causata da un’inattesa collisione con il mondo – cioè da un incidente, o da qualcosa che non doveva assolutamente accadere, perché un incidente per definizione è qualcosa che non doveva accadere per forza. La contingenza opposta alla necessità, e la presa di coscienza, mentre ti guardi allo specchio stamattina, che la vita è tutta una contingenza, salvo l’unico fatto necessario che prima o poi finirà.

Crediti
 • Paul Auster •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯  ⋯L’Intensità
78% FrammentiPaolo Frigo
Una lama penetra nel Corpo e il Corpo accorre a circoscrivere la lacerazione, a impedire che lo squarcio si allarghi, affinché non devasti altra carne, non sottragga possibilità di vita. La ferita colpisce il corpo fisico, ma colpisce anche il Corpo dell’⋯
⋯  ⋯Sapere dove è l’identità è una domanda senza risposta
62% Autori VariFrammenti
Mi sono moltiplicato per sentire, per sentirmi, ho dovuto sentire tutto, sono straripato, non ho altro che traboccarmi, e in ogni angolo della mia anima c’è un altare a un dio differente. Mi sento multiplo. Sono come una stanza dagli innumerevoli specchi ⋯
Holbein ⋯ Il Cristo mortoIl Cristo morto
56% Fëdor DostoevskijFrammenti
Il quadro rappresentava il Cristo appena deposto dalla croce. Mi sembra che i pittori abbiano tuttora l’abitudine di rappresentare Cristo sulla croce, oppure nella deposizione, con un viso di bellezza straordinaria; essi cercano di conferirgli questa bell⋯
Justin RoweLa scoperta d’una origine
45% FrammentiItalo Calvino
A scuola si impara a leggere, punto; per il resto la lettura reale, quello che è il modo giusto di percorrerla, ossia viverla e non leggerla, o uno se la da, da sé, o non si da, si sa solo leggere. Non necessariamente il classico ci insegna qualcosa che n⋯
⋯  ⋯La Tartaruga
41% FrammentiLuigi Pirandello
Ha una rara ignoranza di vita Mister Myshkow. La vita per lui non è mai nulla di preciso, né ha alcun peso di cose sapute. Gli può accadere benissimo qualche mattina, vedendosi nudo con una gamba alzata per entrare nella vasca da bagno, di restare stranam⋯
Moreno Bondi ⋯ Lo specchio va in frantumi
33% Albert CamusFrammenti
Rumore d’armi e mormorio in quinta. Caligola si alza, prende un seggio e si accosta ansimando allo specchio. Si guarda, fa la mossa di balzare in avanti e, vedendo la propria immagine muoversi di riflesso nello specchio, lancia violentemente il seggio url⋯