Copertina

Credere che la propria vita spirituale possa totalmente e permanentemente fondersi con quella d’un altro (amico, amante, moglie, figlio) è una delle grandi illusioni da cui alla fine ci si risveglia.
Il nostro vero e proprio fondo è incomunicabile, impartecipabile. Anche di fronte alle persone che più amiamo l’ego più intimo non ha finestre. Né esso si dà totalmente all’altro, né l’altro si dà ad esso, lo penetra, vi si confonde. Non è soltanto vero che l’uomo muore sempre solo, perché nessuno lo accompagna, né lo si può accompagnare, nella morte. Ma vero è altresì che, anche nella vita, l’uomo è in ciò che ha di più suo sempre solo con sé stesso, sempre solo. Ciascuno ha un mondo esclusivamente suo. Quello che è per davvero il suo mondo è suo soltanto.

Crediti
 • Giuseppe Rensi •
 • Lettere Spirituali •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ L’ego collettivo
185% Eckhart TolleLibri
Una delle vie con cui l’ego prova a sfuggire all’insoddisfazione del senso personale del sé è quella di allargare e rafforzare il suo senso di sé identificandosi con un gruppo, una nazione, un partito politico, un’associazione, istituzione, setta, club, b⋯
Da Zarathustra a KhomeiniDa Zarathustra a Khomeini
142% ArticoliGerhard SchweizerLibri
La storia della Persia iniziò a Battria e prima ancora che un governatore vi regnasse in nome dei re divini, visse a Battria un uomo che sarebbe diventato, più di qualsiasi altro, una figura determinante per la notorietà della cultura persiana in occident⋯
⋯  ⋯Sexistenza
128% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Animalia
85% ArticoliAutori VariLibri
Avete sentito: E ciò che è più importante fra i mortali, tutto viene da noi: da noi, gli uccelli. Il minimo che si possa dire è che la ricerca moderna non ha confermato questa ipotesi. Ma bisogna ammetterlo: la ricerca moderna, che pure ha chiarito molti ⋯
 ⋯ La diversità e la sua importanza
56% Hermann HesseLibri
Narciso era scuro e magro, Boccadoro era radioso e florido. Se Narciso sembrava un pensatore e un analizzatore, Boccadoro sembrava un sognatore e un’anima di fanciullo. Ma c’era al di sopra dei contrasti qualcosa che li accomunava: entrambi erano nature s⋯
Eugene de Blaas ⋯ The Athenaeum - AcceptedL’intimità del gesto precede la parola
54% FrammentiFrançois Jullien
Anche se sembra abituale, banale, cioè di ogni istante, un gesto intimo è “inaudito”. Anche se non ce ne rendiamo conto o non vi facciamo caso, costituisce sempre, di per sé, un evento: un gesto intimo è sempre nuovo, non si esaurisce, altrimenti non è pi⋯