Egon Schiele ⋯
Colui che mi dedica le opere che compie, colui del quale io sono il fine supremo, mio devoto, libero da ogni attaccamento e da ogni ostilità verso l’insieme degli esseri, quegli viene a me, o Pandava!

Crediti
 • Bhagavad Gita •
 • XI, 55 •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Self-PortraitIl mio discorso su Amore
51% FilosofiaPlatoneSchiele Art
Ciascuno di noi è dunque come un contrassegno d’uomo, tagliato com’è, a somiglianza delle sogliole, da uno in due; e cerca quindi sempre il contrassegno a lui corrispondente. Ora, tutti quegli uomini che sono frazione del sesso comune, quello che allora s⋯
Egon Schiele ⋯ Distanti ma uniti
37% Gustave ThibonSchiele Art
Definire la libertà come indipendenza nasconde un pericoloso equivoco. Non esiste per l’uomo indipendenza assoluta (un essere finito che non dipenda da nulla, sarebbe un essere separato da tutto, eliminato cioè dall’esistenza). Ma esiste una dipendenza mo⋯
Egon Schiele ⋯ La lontananza
35% Arthur SchopenhauerSchiele Art
La lontananza e l’assenza prolungata compromettono ogni amicizia, per quanto si sia riluttanti ad ammetterlo. Infatti le persone che non vediamo più, anche se si tratta dei nostri migliori amici, col passare del tempo si atrofizzano in concetti astratti, ⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
34% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso “Il piacere del testo” analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a “leggere fino a farsi del male! F⋯
Egon Schiele ⋯ Seated female nudeFemminismo estremista
33% Marguerite YourcenarSchiele Art
C’è un femminismo estremista che non amo. Soprattutto per due suoi aspetti. Il primo: l’ostilità verso l’uomo. Mi sembra che nel mondo ci sia già troppo ostilità bianchi e neri, destra e sinistra, cristiani e non cristiani, cattolici e protestanti che non⋯
Egon Schiele ⋯ LovemakingCerchiamo continuamente i nostri persecutori
31% Aldo CarotenutoSchiele Art
L’oggetto esterno su cui proiettiamo la nostra negatività ha infatti la funzione di “capro espiatorio”: individuare in esso l’origine delle proprie sventure ci libera dal compito penoso di confrontarci con noi stessi. Come Diogene con la sua lampada cerca⋯