L'illuminazione è il mezzo
Il mondo è pieno di semi-illuminati maestri. Eccessivamente intelligenti, troppo sensibili per vivere nel mondo reale, si circondano di piaceri egoistici e donano i loro insegnamenti grandiosi solo agli incauti. Prematuramente pubblicizzano se stessi, intenti a raggiungere un certo culmine spirituale, sacrificando costantemente la verità e deviandosi dal Tao. Quello che veramente offrono al mondo è loro confusione. Il vero maestro capisce che l’illuminazione non è il fine, ma il mezzo. Rendendosi conto che la virtù è il suo obiettivo, si accetta la lungo e spesso ardua educazione che è necessaria per raggiungerlo. Lui non si offre per diventare un capo, ma calma con responsabilità le spalle di qualunque lo tocchi. Non attaccato ai suoi successi, tenendo altresì conto del niente di niente, guida il mondo intero guidando le persone che vengono a lui. Condivide la sua energia divina con i suoi studenti, incoraggiandoli, creando prove per rafforzare la loro, rimproverando loro di risvegliarli, dirigendo i flussi della loro vita verso l’oceano infinito del Tao. Se si aspira a questo tipo di dominio, allora sradicatevi nel Tao. Abbandonate le vostre abitudini e gli atteggiamenti negativi. Rafforzate la vostra sincerità. Vivete nel mondo reale, ed estendete la vostra virtù ad esso senza discriminazioni nella quotidianità. Siate i più veri padre o madre, il più vero fratello o sorella, il più vero amico, e il più vero discepolo. Umilmente rispettate e servite il vostro insegnante, e dedicate tutto il vostro essere fermamente per l’. Poi avrete sicuramente ottenuto la padronanza di voi e lui in grado di aiutare gli altri a fare lo stesso.

Crediti
 • Lao Tzu •
 • Hua Hu Ching •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
521% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
204% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
 ⋯ Arricchire la visione del mondo
136% Adolfo Vásquez RoccaArticoliFilosofia
Negli studi di Derrida e di Ricoeur intorno alla metafora e all’interpretazione, appena si cita Nietzsche, tutto quanto si pensa, si pensa partendo da lui. L’influenza che il pensiero di questo filosofo ha prodotto nella mentalità dell’Occidente è così gr⋯
 ⋯ La violenza nella storia
114% ArticoliFilosofiaGérard Wormser
Queste genti si percoteano a vicenda non solo con le mani, ma con la testa, col petto, e coi piedi, troncandosi reciprocamente coi denti le membra a brano a brano. • Dante Alighieri • La violenza si presenta come una relazione e non come un oggetto, una c⋯
Egon Schiele ⋯ Della virtù che rimpiccolisce
98% ArticoliFriedrich NietzscheSchiele Art
Zarathustra fu di nuovo sulla terra ferma, non corse subito alla sua montagna e alla sua grotta, ma fece molte strade e domande e si informò di questo e di quello, così che diceva a se stesso scherzando: ‹‹Ecco un fiume, che per mille curve rifluisce alla⋯
 ⋯ Perché le cose hanno contorni?
91% ArticoliFilosofiaMaria RocchiRoberto Bertilaccio
Materiali per una riflessione sul “contesto” in Gregory Bateson P: C’era una volta un artista molto arrabbiato che scribacchiava cose di ogni genere, e dopo la sua morte guardarono nei suoi quaderni e videro che in un posto aveva scritto: ‘I savi vedono i⋯