⋯

Sarà un romanzo dentro il romanzo e la storia più erotica che abbia mai scritto.

Lo scrittore è uomo di parola in ogni senso e con questa ci avvolge, ci scompone in mille pezzi per ricomporci in tutti i possibili “altrove” e ritorniamo vivi in quel gesto, rimasto sospeso là, nel tempo, affinché attraverso di lui, la vita ritorni in circolo, in ogni forma e in ogni parto letterario. “…In quel momento mi si strinse il cuore! Quel sorriso e quel gesto appartenevano a una donna di vent’anni! La sua mano si era sollevata con una leggerezza incantevole. Era come se avesse lanciato in aria una palla colorata per giocare col suo amante. Quel sorriso e quel gesto avevano fascino ed eleganza, mentre il volto e il corpo di fascino non ne avevano più. Era il fascino di un gesto annegato nel non fascino del corpo. Ma la donna, anche se doveva sapere di non essere più bella, in quel momento l’aveva dimenticato. Con una certa parte del nostro essere viviamo tutti fuori del tempo. Forse è solo in momenti eccezionali che ci rendiamo conto dei nostri anni, mentre per la maggior parte del tempo siamo dei senza età. In ogni caso nell’attimo in cui si girò, sorrise e salutò con la mano il giovane maestro di nuoto, lei ignorava la propria età. In quel gesto una qualche essenza del suo fascino, indipendente dal tempo, si rivelò per un istante e mi abbagliò. Ero stranamente commosso.” Ricomporre il puzzle di quella che è la nostra vita, è farne un romanzo, e non fanno testo gli incontri o i gesti intenzionali, questi finiscono nell’oblio; sono gli incontri occasionali, i gesti liberi da noi, quelli che restano: lo scrittore non prende la penna, è la penna che prende lo scrittore e la vita immortale s’impone sempre e comunque. come un cerchio che si chiude dove era iniziato, per ripartire di nuovo, perché la vita, lei, continua nelle sue innumerevoli forme, volti, gesti e personaggi.

Crediti
 • Anna Maria Tocchetto •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Il Deserto
177% Anna Maria TocchettoArticoli
Vivere certo, è un po’ il contrario di esprimere. Secondo i grandi maestri toscani, è testimoniare tre volte, nel silenzio, nella fiamma e nell’immobilità. Ci vuole molto tempo per capire che i personaggi dei loro quadri, si incontrano ogni giorno nelle v⋯
Don Quijote de La Mancha: ¿realidad o ficción?Don Chisciotte – Tra realtà e fantasia
90% Anna Maria TocchettoArticoliSergio Parilli
Un’opera quando è tale, non può essere di sola fantasia, sempre è striata di quel reale che passa negli interstizi di una realtà che occlude ogni accesso e tende comunque a separare ogni cosa. Eppure basta un attimo, un indizio, una sola fuoriuscita a sor⋯
 ⋯ Un impensabile scrittore: Vincenzo Rabito
78% Anna Maria TocchettoArticoliLibri
Se all’uomo in questa vita non ci incontro aventure, non ave niente darracontare- E allora raccontiamo, raccontiamolo questo scrittore italiano. Scrittore a sua insaputa, il modo migliore per esserlo davvero, senza voler scrivere o essere scrittori, ma vo⋯
⋯  ⋯Sexistenza
65% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Sui ‘Demoni’ di Dostoevskij
60% RecensioniSimone Germini
Le ventitré circa. Seduto su di una panchina di legno, in una piccola piazza fatiscente e deserta, fantastico sull’arrivo di una miracolosa fanciulla. Eccola giungere, materializzarsi all’improvviso. Si siede sulla panchina accanto alla mia, ed apre un li⋯
 ⋯ Una frase, un’immagine appena
57% Anna Maria TocchettoArticoli
A volte impiego anni e anni prima di liberare un’immagine… prima di liberarmi di un’immagine che mi ha colpito e fatto soffrire, cioè riflettere su di me tramite essa. Se ci si pensa bene, quando crediamo di soffrire per lo stato di abbandono e di infelic⋯