L'infinito della caducità

Non si può disconoscere, al fondo dell’atteggiamento designato a tutt’oggi come «pensiero debole» e che continua ad avere in Gianni Vattimo il proprio mentore, una traccia persistente di quella brama dell’infinito che fu propria del romanticismo. All’infinità dell’Essere, della Verità, della Perfezione, che il romanticismo sognava, esso sostituisce l’infinito della caducità, dell’errore, del male, come natura propria del mondo, e così assolutizza l’apparenza nei suoi caratteri peggiori e fa dell’esperienza umana il destino del nulla. Questo nuovo sogno romantico, che è l’inverso di quello ottocentesco, può forse attrarre come espressione letteraria della crisi, dei mali imperanti, dei pericoli ai quali l’umanità va oggi incontro, ma non indica alcuna via d’uscita.
Ne è consapevole Vattimo? Ritengo di sì. E ritengo che la stia cercando.

Crediti
 • Nicola Abbagnano •
 • Gianni Vattimo •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
778% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ L’esperienza e la verità
590% Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
277% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

La sfera delle stelle fisse
211% AstrofisicaMargherita Hack
Cos’è l’universo? Beh, l’universo è tutto quello che possiamo osservare.Certo che l’universo degli antichi era molto, ma molto più piccolo, molto più casereccio del nostro: c’era la Terra al centro, la Luna, il Sole, i pianeti fissi su delle sfere cristal⋯

Renato Guttuso ⋯ LL’anno della rivoluzione
197% Maurice Rapport
Sotto un livido cielo di gennaio, un convoglio di slitte trainate da cavalli avanzava lasciando le sue scie in una pianura imbiancata di neve. La processione si fermò a una sbarra, e i passaporti dei passeggeri vennero esaminati da un sergente; un vecchio⋯

 ⋯ Impero, vent’anni
184% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯