L'intelletto muove il desiderio
Ciò che nel desiderio è desiderato muove; e l’intelletto, il rappresentare, muove soltanto perché si rappresenta ciò che nel desiderio è desiderato.

Crediti
 • Aristotele •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
309% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ C’era una volta un astro
142% ArticoliFilosofiaFriedrich Nietzsche
In un angolo remoto dell’universo scintillante e diffuso attraverso infiniti sistemi solari c’era una volta un astro, su cui animali intelligenti scoprirono la conoscenza. Fu il minuto più tracotante e più menzognero della «storia del mondo»: ma tutto ciò⋯

Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
124% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯

Daniela Gioia ⋯ Il desiderio è un vero problema
114% FilosofiaJiddu Krishnamurti
Per la maggior parte di noi, il desiderio è un vero problema: desiderio di possedere, di emergere, desiderio di potere, di agio, d’immortalità… Ora, cos’è il desiderio? Che cos’è questa cosa che ci costringe? – E non è che voglio dire che ci si debba acco⋯

⋯ Kiyo Murakami ⋯Evento che subentra all’aspettativa
101% FilosofiaLudwig Wittgenstein
C’è una relazione interna tra desiderio e soddisfacimento così come tra voler dire e dire, tra aspettativa e adempimento. Il cercare presuppone che io sappia ciò che sto cercando. Come so di aver trovato proprio quello che ho cercato finora? Lo so poiché ⋯

Egon Schiele ⋯ Giovane MadreIl desiderio è rivoluzionario
100% Autori VariFilosofiaSchiele Art
Il desiderio è rimosso proprio perché ogni posizione di desiderio, per quanto piccola, ha di che mettere in causa l’ordine stabilito di una società: non che il desiderio sia asociale, al contrario. Ma è sconvolgente; nessuna macchina desiderante può esser⋯