⋯

Essere, Forma, Idea, dall’abbaglio
azzurro giù nello Stige finito,
nel limo plumbeo e vischioso smarrito,
ove non v’è del ciel lume o spiraglio:

un Angelo, maldestro viaggiatore,
tentato dall’amore del difforme,
entro la rete d’un incubo enorme
si va agitando come un nuotatore,

e combatte con angoscia mortale
contro un vortice immenso che mulina
furiosamente e gorgoglia e trascina
e nelle tenebre balzando assale;

un infelice stregato che invano
tenta i più futili brancolamenti

per fuggir da una fossa di serpenti
luce e chiave cercando nel pantano;

un dannato che, privo di lanterna,
– sull’orlo di un abisso il cui odore
svela la profondità, l’umidore –
scende una scala senza rampe, eterna:

attorno mostri viscidi in agguato,
occhi di fosforo, cupa figura
che fa la notte nera ancor più scura,
sì che ogni altro vedere è lì negato;

un battello che nel polo si caccia
in una trappola vitrea e mortale,
e si chiede per qual rotta fatale
sia piombato nell’immensa ghiaccia;

Testo originale
Une Idée, une Forme, un Etre
Parti de l’azur et tombé
Dans un Styx bourbeux et plombé
Où nul oeil du Ciel ne pénètre;
Un Ange, imprudent voyageur
Qu’a tenté l’amour du difforme,
Au fond d’un cauchemar énorme
Se débattant comme un nageur,
Et luttant, angoisses funèbres!
Contre un gigantesque remous
Qui va chantant comme les fous
Et pirouettant dans les ténèbres;
Un malheureux ensorcelé
Dans ses tâtonnements futiles
Pour fuir d’un lieu plein de reptiles,
Cherchant la lumière et la clé;
Un damné descendant sans lampe
Au bord d’un gouffre dont l’odeur
Trahit l’humide profondeur
D’éternels escaliers sans rampe,
Où veillent des monstres visqueux
Dont les larges yeux de phosphore
Font une nuit plus noire encore
Et ne rendent visibles qu’eux;
Un navire pris dans le pôle
Comme en un piège de cristal,
Cherchant par quel détroit fatal
Il est tombé dans cette geôle;

Crediti
 • Charles Baudelaire •
 • Les fleurs du mal •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Sapere di non essere
132% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il mercantile
120% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯
Il caso Nietzsche
115% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
71% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
La sfera delle stelle fisse
58% AstrofisicaMargherita Hack
Cos’è l’universo? Beh, l’universo è tutto quello che possiamo osservare.Certo che l’universo degli antichi era molto, ma molto più piccolo, molto più casereccio del nostro: c’era la Terra al centro, la Luna, il Sole, i pianeti fissi su delle sfere cristal⋯