⋯
Ci si è mai posti davanti all’altro senza volere qualcosa per sé? Con l’intento di conoscere, anzi, con lo stato naturale, con l’intento non funziona, perché dove c’è intento, lì si nasconde il desiderio, la mancanza e i sogni andati a male, e quindi ci si pone, con la parte marcia e fasulla. Questa è la domanda fondamentale da farsi, da qui si deve partire, perché qui si risponde al fatto se ci sono o ci faccio, ossia se non ci sono; qui è la presenza davanti all’altro e a se stessi, in questo senso non si è nulla senza l’altro, e dal nulla, scaturisce la mancanza, e senza questo mio essere nulla, non esiste mancanza: non ci manca ciò che abbiamo vissuto, ma ciò che non abbiamo vissuto, a partire da noi stessi, perché nella mancanza che sentiamo, siamo noi a mancare e non ce ne accorgiamo e da qui si aprono le strade per gli innumerevoli viaggi nell’isola che non c’è, e che non ci può essere, visto che manca il viaggiatore. Come ci poniamo quindi aprendo un libro o incontrando l’altro? Perché è la stessa cosa, aspettandoci di trovare qualcosa che ci possa servire o che già sappiamo ci servirà, perché certa gente non ama perdere tempo, e se l’è già giocato tutto, senza accorgersene, o aprendoci a nostra volta all’incontro? Ossia al nulla di fatto per una certa mentalità, che non sa, che proprio qui è l’Essere.

Crediti
 • Anna Maria Tocchetto •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
131% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Il Deserto
100% Anna Maria TocchettoArticoli
Vivere certo, è un po’ il contrario di esprimere. Secondo i grandi maestri toscani, è testimoniare tre volte, nel silenzio, nella fiamma e nell’immobilità. Ci vuole molto tempo per capire che i personaggi dei loro quadri, si incontrano ogni giorno nelle v⋯
 ⋯ Un impensabile scrittore: Vincenzo Rabito
53% Anna Maria TocchettoArticoliLibri
Se all’uomo in questa vita non ci incontro aventure, non ave niente darracontare- E allora raccontiamo, raccontiamolo questo scrittore italiano. Scrittore a sua insaputa, il modo migliore per esserlo davvero, senza voler scrivere o essere scrittori, ma vo⋯
 ⋯ Male comune
52% Anna Maria TocchettoArticoli
Un processo assomiglia a un dramma in quanto che dal principio alla fine si occupa del protagonista, non della vittima. Siamo a Gerusalemme, in un’aula di tribunale che ha visto il primo processo per crimini contro l’umanità dopo quello di Norimberga, e i⋯
  ⋯ Roma Town Site
46% PercorsiUldio Calatonaca
Roma, lo dico subito, nell’ultima trentina d’anni è cambiata poco o nulla; o meglio lo ha fatto un po’ in male e un po’ anche in bene. Io, romano che trenta anni fa era ventenne, non capisco cosa è davvero peggiorato: mondezza trasporti sanità delinquenza⋯
 ⋯ Rapimento
45% Leo BuscagliaPercorsi
Abbiamo paura di vivere la vita, e perciò non facciamo esperienze, non vediamo. Non sentiamo. Non rischiamo! Non prendiamo a cuore nulla! Non viviamo… perché la vita significa essere coinvolti attivamente. Vivere significa sporcarvi le mani. Vivere signif⋯