Lo sfacelo biologico e la morteNaturalmente, c’è l’inesorabile orologio del tempo, la durezza dello sfacelo biologico, l’unus dies par omni: la morte, il giorno uguale per tutti, l’unico veramente democratico. In gioventù, quando per così dire scaliamo la montagna della vita, «non vediamo la morte, che sta ai piedi del monte, dall’altra parte». Quando invece abbiamo superato la vetta, «vediamo allora sul serio la morte, che sin qui avevamo conosciuto soltanto per sentito dire». Ci accorgiamo che si avvicina per l’affievolirsi di tutte le forze dell’organismo.

Crediti
 Arthur Schopenhauer
 L'arte di invecchiare
 Pinterest • Max Gasparini  • 




Quotes per Antonin Artaud

Da una premeditazione del non-essere
da un criminale incitamento del può essere,
è venuta la realtà,
come dal caso che la fornicava.

Il pubblico, anche se ritiene vero ciò che è falso, ha il senso del vero e risponde sempre quando glielo si presenta. Oggi però non è più sulla scena che dobbiamo cercare il vero, ma per strada.

Aver il senso dell'unità profonda delle cose, è aver il senso dell'anarchia.

L'Amore che è una forza non va senza la Volontà.

Questa festa collega gli stagni
al folgorante carreggio degli astri
con le sue cornucopie in cui
rotolano i nostri pensieri brillanti.

In qualche posto fra terra e cielo
essa vuota queste immondizie d'anime
che qualcuno nella notte in fiamme
scambia per cigni volanti.

E noi melliflui assistenti della
trasfusione del nostro midollo
vediamo fondere anche le stelle
dei nostri sogni esilaranti.