⋯
Quando si è trascinati da eventi nefasti che neanche la buona volontà regge per contrastare non solo ignoranza ma anche la mancanza di onestà con se stessi accettando che è conveniente parlare con la voce del branco – che crea un vincolo indissolubile con la cerchia e con lo sconosciuto individuo alfa – allora cominciano ad avere poco senso i dubbi e a cosa si va in contro quando si prova a non avere il pensiero unico, a non essere parte dell’ombra di qualche campanile.
Quando non si trovano corrispondenze semantiche con i fatti che accadono ma si sente ridondare il suono rasserenante della voce maestra che distorce la realtà, regalando addirittura falsi titoli a opportunistici borghesi e che in molti si congratulano di essere visti di sinistra – anche sapendo poco se la cosa significhi qualcosa di particolare o è il presentarsi gaudio a metà per mascherare la claudica risata che portano con lapidaria proprietà – allora si afferma la volontà di sostituire la propria incapacità allo schema della patria e le sue funzioni per gestire la comune refurtiva.
È solo possibile vedere la fiumara scorrere verso il loro futuro composto, sempre guidati da un buon protezionismo per tramutare questa corrispondenza con nuove e più raffinate menzogne pronte da essere sbugiardate dall’aeterna voix populi, che a mancanza di panem scelsero il circense.

Crediti
 • Juán Griego •
 • La suciedad de la mentira •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Sapere di non essere
354% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
 ⋯ Il mercantile
248% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯
 ⋯ Il tempo che non fu
105% IneditiSergio Parilli
Racconto noir, ambientato nel passato, che racconta un improbabile spaccato di vita caduca e infortunata verso un destino che non si risolve con l’accettazione degli eventi ma affrontando le sfide che il sistema presenta ai personaggi. Di solito Paolo, do⋯
 ⋯ La vendetta di Tesla
78% IneditiSergio Parilli
Racconto fantastico, ambientato nel futuro, che racconta il mondo del passato e come la storia segue il suo corso – nonostante gli impedimenti che altri fattori involutivi si missero in moto per far prelavele un modello economico già noto come fallimentar⋯
⋯  ⋯L’Europa della governance
57% IneditiPoliticaSergio Parilli
Un aneddoto per arrivare a capire cosa sono oggi i partiti politici nell’Europa della governance. Lavoravo in una fabbrica per il trattamento metallurgico di ceneri aurifere e tra gli operai, tutti brutti e raccomandati, regnava il nepotismo quindi i lavo⋯
 ⋯ Ade e Persefone
53% ArticoliIneditiSergio Parilli
Agli inizi del tempo, quando i Titani furono sconfitti da Zeus, una delle loro figlie, Demetra, che poi incestuosamente sposò Zeus, passava tutto il suo tempo nel prendersi cura della terra, grazie anche allo splendore di Elios, dio del sole, che finalmen⋯